CULTURA E TURISMO, PERRONE AL TAVOLO ANCI-MIBAC

| 8 settembre 2014 | 0 Comments

Ci sarà anche il sindaco di Lecce, Paolo Perrone,  al tavolo che dovrà “accompagnare” il protocollo d’intesa tra l’Anci e il Ministero per individuare “nuovi e più efficienti modelli di cooperazione inter­-istituzionale multilivello”.
Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, è stato designato dall’Anci quale rappresentante all’interno del Protocollo d’intesa con il Mibac (Ministero dei beni, delle attività  culturali e del turismo) per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali, per la promozione della cultura e il rilancio del turismo.

Gli altri componenti designati al Tavolo sono il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Torino, Maurizio Braccialarghe, l’assessore alla Cooperazione e alle Relazioni internazionali del Comune di Firenze, Nicoletta Mantovani, il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi e il sindaco di Assisi, Claudio Ricci.

Con il Protocollo si intendono individuare “nuovi e più efficienti modelli di cooperazione inter-istituzionale multilivello, al fine di incrementare l’efficienza delle politiche territoriali di tutela e valorizzazione dei beni culturali, di promozione della cultura e di rilancio del turismo”.

Numerosi gli obiettivi fissati: il coordinamento e l’integrazione fra le strutture statali e civiche, con particolare riferimento alle forme di gestione, alle politiche degli orari dei musei, delle mostre e dei siti di interesse culturale, alla bigliettazione integrata, alla fruizione del patrimonio, al decoro delle citta, anche attraverso la creazione di poli museali cittadini comprendenti musei statali, comunali e altri musei pubblici e privati; la realizzazione di campagne nazionali di comunicazione e promozione del patrimonio, delle mostre e degli eventi; lo sviluppo di azioni di rafforzamento delle donazioni private in favore della cultura e delle capacità di fundraising delle istituzioni culturali; la definizione di strategie per il rilancio della competitività dell’Italia e per la valorizzazione del made in Italy; la realizzazione e il sostegno di progetti di sviluppo e miglioramento dell’offerta turistica dei territori e di valorizzazione della varietà delle destinazioni turistiche italiane; il coordinamento e l’integrazione degli interventi a favore della cultura e del turismo posti in essere nell’ambito della programmazione comunitaria 2014-2020, con particolare riferimento al PON Cultura e ai diversi PO regionali; la sperimentazione di progetti strategici di valorizzazione integrata del patrimonio culturale e di rilancio del turismo; lo studio e la sperimentazione di progetti di recupero e di valorizzazione delle periferie urbane, anche attraverso l’arte e l’architettura contemporanee; il rafforzamento della rete delle biblioteche di base e lo sviluppo di progetti di promozione della lettura e, infine, la previsione di appositi progetti di formazione in favore delle amministrazioni locali.

 

Category: Costume e società

Lascia un commento