DAI DOMICILIARI AL CARCERE, IL POMERIGGIO DI ORDINARIA VIOLENZA DI UN GIOVANE DI CUTROFIANO

| 30 Gennaio 2016 | 0 Comments

(g.m.)______I Carabinieri di Cutrofiano hanno arrestato questo pomeriggio Gianluca Polimeno, 36 anni, di Cutrofiano, con l’accusa di evasione e resistenza a pubblico ufficiale aggravate.
Subito dopo essere stato controllato dai militari presso l’abitazione in cui si trova ai domiciliari, per l’ennesima volta accecato dall’ira, il Polimeno evadeva dalla propria abitazione per recarsi in via Torino, con l’ intenzione di affrontare nuovamente una famiglia ivi residente, a pochi metri dall’abitazione del padre dell’arrestato, già vittima di continuati ed aggravati atti persecutori da parte del Polimeno, fatti per i quali era stato arrestato.

Vedendolo arrivare verso la loro abitazione i “perseguitati”, unitamente ad alcuni vicini con essi solidali ed allarmati a loro volta, hanno subito chiamato i Carabinieri che, prontamente intervenuti hanno subito provveduto ad immobilizzare il Polimeno. Ciò però con estrema difficoltà: alla vista dei militari infatti l’ira del Polimeno, anziché scemare, è salita alle stelle tanto che ha cominciato a scagliarsi violentemente contro i Carabinieri sferrando calci e pugni all’impazzata  e minacciando i militari, colpevoli, a suo dire, di impedirgli di arrivare al contatto con le sue vittime per “mettere le cosa a posto una volta per tutte”. Nella colluttazione ad avere la peggio è stato il Luogotenente Paolo Scupola, Comandante della Stazione CC di Cutrofiano che, intervenuto assieme ad un suo Appuntato, ha subito la sospetta frattura del mignolo della mano sinistra, schiacciata a terra con un calcio dall’ indemoniato, mentre tentava di bloccarlo.

Tratto quindi in arresto, dopo le formalità di rito, il Polimeno è stato tradotto presso il carcere di Borgo San Nicola, a disposizione dell’ autorità giudiziaria.

Category: Cronaca

Lascia un commento