banner ad
banner ad
banner ad

“Stop alle ‘mance’ elettorali”, L’ APPELLO DEL PRESIDENTE DELL’ ASSOCIAZIONE ‘SPORTELLO DEI DIRITTI’ AGLI AMMINISTRATORI LECCESI USCENTI

| 11 aprile 2017 | 2 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo: Il presidente dell’ associazione ‘Sportello dei diritti’ Giovanni D’ Agata (nela foto) ci scrive______

La ridicola questione della “pista pasquale di pattinaggio sul ghiaccio” in piazza Mazzini a Lecce, ha portato alla ribalta, tuttavia, un problema più serio che, senz’altro, si acuisce in questa fase preelettorale: la concessione di contributi comunali nelle forme più varie e alle più svariate categorie di soggetti.

Se, infatti, il cofinanziamento di 10.000 euro che si è saputo “promesso” all’imprenditore che aveva presentato il progetto della pista sul ghiaccio, sarebbe stato puntualmente revocato dopo le inevitabili polemiche scoppiate sul caso, resta sempre in auge quel sottobosco di elargizioni che gli enti possono stabilire entro determinati limiti a privati, che non può non creare il sospetto nella cittadinanza che talune operazioni siano fatte anche per ragioni di ricerca spasmodica del “consenso”, tantopiù che ci si avvicina all’imminente e fatidica data delle prossime amministrative di giugno.

In questa ottica ritengo doveroso lanciare un appello a tutti i governi cittadini e agli amministratori che sono impegnati direttamente o indirettamente nella prossima campagna elettorale, a sospendere ogni tipo di “mancia” e a destinare le risorse che si era intenzionati ad impegnare, in pubbliche utilità, per esempio, in opere urgenti di messa in sicurezza delle strade e dei marciapiedi cittadini, così come da tempo andiamo a segnalare nelle nostre numerose denunce sulla gravissima situazione in cui versa la nostra viabilità.

 

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Luigi Melica, Udc - tramite redazione scrive:

    Il titolare della ditta individuale che allestirà la pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Mazzini rinuncia al finanziamento di 10.000 euro che la Giunta Perrone aveva stanziato per il montaggio della pista, per la vigilanza notturna, la manutenzione ed il personale (3 persone) impiegato per la pista e la cassa. E sembra che rinunci su sollecitazione del candidato Sindaco Mauro Giliberti.
    Che generosità! Io non sarei così grato al magnanimo imprenditore.

    E’ bene che la gente sappia come hanno funzionato simili attività nel Comune di Lecce in questi 5 anni. Lo si comprende leggendo la delibera della Giunta del 7 dicembre 2016 con la quale si era dato in concessione alla ditta l’uso di Piazza Mazzini.

    Nelle premesse di quella delibera si legge infatti: ”con nota 04.10.2016 è pervenuto il progetto ICE ON THE ROAD della ditta individuale, ecc., per la realizzazione di una pista di pattinaggio innovativa (…)” ritenuta dalla Giunta Perrone “molto interessante e di sicura efficacia in termini di animazione ludico sportiva”. In base a queste priorità la Giunta ha dato in concessione l’uso di suolo pubblico di piazza Mazzini dal 6 aprile al 23 maggio ed ha permesso al titolare della ditta di far pagare un biglietto ai cittadini che vorranno correre sui pattini da aprile a maggio.
    Detto in modo più chiaro: conosci un assessore della Giunta Perrone? Presenti il tuo progetto innovativo e non solo la Giunta ti concede l’uso gratuito del suolo pubblico di Piazza Mazzini, ma addirittura ti finanzia parte delle spese. Non conosci un assessore di quella Giunta? Puoi presentare il più bel progetto del mondo, nessuno ti risponderà. Resta solo da capire chi è, questa volta, l’assessore che ha sostenuto l’ iniziativa dei pattini che a me non sembra così innovativa e utile alla città. E dire che in passato, a raccontare al pubblico queste iniquità era il brillantissimo giornalista Mauro Giliberti!
    Spero che tutto questo finisca e finalmente si facciano i concorsi di idee e si scelgano le idee più meritevoli.

  2. Alessandro Delli Noci - tramite redazione scrive:

    Una pista di ghiaccio, sintetico o meno poco importa, nel mese di aprile quando la maggior parte dei cittadini e dei turisti inizia a spostarsi verso le nostre marine, mi sembra una scelta discutibile. Una scelta che dimostra quanto questa Amministrazione non abbia una visione reale delle esigenze e delle priorità della città, che si presenta con un progetto “invernale” nella calda primavera salentina.

    Non si tratta però soltanto di capacità di scegliere delle iniziative che possano giovare ai cittadini e fornire un’immagine adeguata di Lecce ai turisti, qui si tratta anche e soprattutto di gestione trasparente di risorse pubbliche che potrebbero e dovrebbero essere destinate altrove.
    Dopo l’invito del candidato sindaco Giliberti rivolto ai suoi sostenitori e compagni di viaggio e mirato al ritiro della delibera con la quale il Comune stanzia non solo diecimila euro all’azienda in questione ma fornisce gratuitamente l’occupazione di un consistente spazio pubblico, non esiste ad oggi un atto di ritiro della delibera e non è chiaro se quei diecimila euro saranno spesi per le emergenze sociali della città, per esempio.

    Infine, ci risulta che il costo per l’occupazione del suolo pubblico ammonti a euro 1,60 a metro quadro.
    Facendo un semplice calcolo, il Comune non ha solo stanziato diecimila euro per l’iniziativa ma, concedendo gratuitamente il suolo pubblico per “Ice on the road” per trentanove giorni, dal 12 aprile al 21 maggio, per uno spazio di circa 150 metri quadri ha sovvenzionato una società privata con altri nove mila euro circa.

    Chiediamo dunque che venga fatta chiarezza sui diecimila euro stanziati e non spesi e che si giustifichi il motivo per cui una società privata sia esente dal pagamento del suolo pubblico contrariamente ad altre realtà senza scopo di lucro

Lascia un commento

banner ad
banner ad