banner ad
banner ad
banner ad

DENUNCIATO PER MINACCE E INGIURIE CITTADINO EGIZIANO / UNA PIANTINA DI MARIJUANA IN CASA DI UN DETENUTO AI DOMICILIARI / “Prego, documenti…”, E LUI AGGREDISCE GLI AGENTI SUL TRENO / BREVI DI NERA

| 19 aprile 2017 | 0 Comments

(g.m.)______Lecce. Nel pomeriggio di ieri, la Questura inviava una Volante in via Carluccio ove era in corso una violenta lite tra un cittadino straniero e il controllore dei titoli di viaggio della società S.T.P. di Terra D’Otranto.

Ad attenderla, c’ era il dipendente, il quale indicava uno straniero, autore poco prima di ingiurie e minacce nei suoi confronti e del conducente dell’autobus ,perché a suo parere colpevoli di aver fatto scendere dall’autobus una persona con una bicicletta al seguito

Lo straniero, un cittadino egiziano di 30 anni, dopo aver inveito con frasi offensive contro l’autista ed il controllore definendoli tra l’altro razzisti, in quanto anche la persona cui era stato impedito di salire, in quanto munita di bicicletta, era straniera.

Di fatto l’aggressore, con il suo comportamento, aveva impedito che l’autobus ripartisse ed effettuasse il percorso di linea stabilito nei tempi prescritti.

Al termine degli accertamenti, l’egiziano veniva indagato per interruzione di pubblico servizio, minacce ed ingiurie.

 

Lecce. Nel corso di alcuni controlli a persone agli arresti domiciliari, ieri pomeriggio agenti della Polizia di Stato hanno denunciato uno di loro, che aveva in casa una piantina di marijuana, alta circa cinquanta centimetri, ventuno grammi di sostanza e un bilancino elettronico di precisione (nella foto).

 

Lecce. Un giovane nigeriano di 33 anni, con precedenti, è stato arrestato ieri pomeriggio  per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, minacce e danneggiamento, a bordo del treno regionale Lecce – Bari. Ha aggredito gli agenti della Polizia Ferroviaria che gli avevano chiesto i documenti per un controllo, provocando loro ferite giudicate guaribili in una settimana. Si trova ora rinchiuso nel carcere di Borgo San Nicola.

(g.

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad