banner ad

GLI SCIVOLONI DI CERTA SINISTRA

| 7 maggio 2017 | 0 Comments

(v.m.)_____Possiamo comprendere che una donna sola possa anche sognare un incontro galante, un’ avventura erotica, con un ladro che le è entrato in casa nel bel mezzo della notte per derubarla. La cinematografia questa possibilità c’è l’ha raccontata in tante e in diverse versioni.
Per non parlare delle barzellette, quante ne abbiamo sentite? Sino a quando sono propri e segreti sogni va tutto bene.
Ma quando a farlo, pubblicamente, è una signora impegnata in politica, eletta consigliere comunale in una grande grande città italiana, e che questo sogno erotico lo ha postato su Facebook, come  commento alla legge sulla legittima difesa, allora si scatena il putiferio.
Io capisco quello che spesso avviene in questi casi, in cui si è da soli in casa e, davanti allo schermo del computer, si ha la sensazione di parlare a sè stesso: mentre invece si è nel bel mezzo di una piazza, virtuale, ma pur sempre piazza.

Ed ecco cosa ha scritto la consigliera comunale de L’Altra Trento a Sinistra scatenando le ire di tante persone:
Cmq i ladri entrano negli appartamenti prevalentemente di giorno, quando le persone sono al lavoro. Non interessa loro incontrare chi abita lì, ma rubare senza troppi problemi. Chi entra di notte, d’estate soprattutto, utilizza bombolette spray per non far svegliare le persone. Qualcuno dovrebbe spiegare a chi propone certe leggi, più pericolose per il clima che creano e per il messaggio sociale che veicolano che per l’applicabilità in sé, che Criminal Minds è solo una serie televisiva ben fatta, non la documentazione reale di ciò che accade. E poi che ne sapete di come sono i ladri? Magari qualcuno potrebbe essere anche una presenza gradita. Mai dire mai…“.

Lei corre ai ripari quando ormai la bomba è scoppiata sul web, e cerca di giustificarsi sostenendo che si trattava di un’affermazione ironica, ma il messaggio è chiaro, e prendono le distanza dalle sue affermazioni anche i compagni di partito.
Per non parlare del commento da parte dell’opposizione in Consiglio comunale a Trento che sono al vetriolo. “Il consigliere della Lega Nord, Devid Moranduzzo – scrive Sono senza parole, una consigliera che ‘giustifica’ i ladri non dovrebbe sedere nemmeno in Consiglio comunale. Penso che le sue dichiarazioni siano un insulto nei confronti di tutte le persone che hanno subito un furto”.

Category: Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad