banner ad
banner ad
banner ad

NOEMI / AGGIORNAMNTI SUCCESSIVI / ‘Spirale di violenza’

| 17 settembre 2017 | 1 Comment

(e.l.)______Continua senza soluzione di continuità il lavoro degli inquirenti. Nelle ultime ore la loro attenzione si è concentrata sulla ricerca del coltello con cui, secondo il racconto fatto dal ragazzo, egli avrebbe ucciso, dopo le presunte minacce ricevute dalla vittima. Si cercano i riscontri a questa versione. finora senza risultati.

Intanto il gip del Tribunale dei minorenni di Lecce Ada Colluto ha convalidato il fermo del fidanzato di Noemi per omicidio volontario premeditato, aggravato da crudeltà e da futili motivi, e ne ha disposto il trasferimento del ragazzo in un istituto protetto per minorenni lontano dal Salento.

Intanto, purtroppo, fra Specchia e Montesardo di Alessano sale la tensione. La notte scorsa qualche sconsiderato ha lanciato contro l’ abitazione dei genitori dell’ arrestato due bottiglie molotov, costruite però tanto maldestramente, che non sono esplose. L’ abitazione è sempre presidiata dai Carabinieri

Questa mattina, alla messa domenicale della sua chiesa, il parroco di Specchia don Antonio De Giorgi (nella foto) ha esortato alla calma: “Stiamo vivendo giorni terribili: la tragedia che ha colpito la nostra comunità e lo choc che ne è seguito ci chiama ad una prova dura e difficile. Invito tutti i cittadini e i parrocchiani di Specchia a mantenere la calma ed il controllo delle parole e delle azioni e a non commettere gesti di cui poi potrebbero pentirsi perché non è con la vendetta che si ottiene giustizia per la povera Noemi. La violenza porta solo altra violenza in una spirale che alla fine rischia di distruggere anche l’ultimo brandello di umanità”. ______

LA RICERCA nei nostri quattro ultimi, in ordine cronologico, articoli sul caso

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/09/16/noemi-aggiornamenti/

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/09/15/noemi-eseguita-l-autopsia-nuove-tensioni/

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/09/14/125809/

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/09/13/noemi-dolore-sconcerto-rabbia/

 

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Salvatore Donadei, Camera Civile Salentina - tramite mail ha detto:

    Con riferimento ai gravissimi fatti successivi all’assassinio della giovanissima Noemi, cui la stampa ha dato ampio risalto, in particolare alle minacce e agli insulti di cui, a opera del “partito dei forcaioli”, sono stati fatti segno i Colleghi che hanno, peraltro doverosamente, assunto la difesa del minore-reo confesso indagato, la Camera Civile di Lecce desidera esprimere a tali professionisti la stima e la più sincera solidarietà, e coglie l’occasione per dare il suo contributo per una auspicabile crescita morale e civile della società, evidenziando a coloro che, forse, non sanno, o fingono di dimenticare, come la figura dell’Avvocato rappresenti sempre presidio di legalità e di giustizia, mentre la sua funzione di mediazione tra il singolo cittadino e l’apparato giudiziario costituisca elemento essenziale di una società democratica.

    Come è stato acutamente osservato, infatti, proprio la massima estensione possibile dei diritti di difesa del privato cittadino di fronte alla comunità dei consociati, che lo accusa per bocca del pubblico ministero, è il nerbo dell’autorevolezza della sentenza che verrà pronunciata: è la Difesa che con il suo efficace contraddittorio, conferisce legittimazione ai pronunciamenti dei Giudici, mentre con la sua presenza l’avvocato assicura il controllo sociale dei cittadini sulla giustizia, in modo che l’accertamento della verità storica avvenga secondo le procedure e le regole predefinite dalla Legge.

Lascia un commento

banner ad
banner ad