banner ad
banner ad
banner ad

“Ryanar, un altro fallimento di Michele Emiliano”

| 19 settembre 2017 | 2 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Cristian casili ci manda il seguente comunicato______

“La vicenda Ryanair è l’ennesima prova di una gestione fallimentare dei trasporti pugliesi ed è paradossale constatare come la classe politica regionale, tra i principali responsabili del problema, esca ora sui giornali “scandalizzandosi” per il disservizio.” lo dichiara Cristian Casili, consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle e Vicepresidente della V Commissione, tornando sulla questione della cancellazione dei voli Ryanair.

Una problematica legata ai trasporti pugliesi che non è certamente isolata. Il consigliere pentastellato ricorda di come, durante l’estate, in piena stagione turistica, questa regione si sia fatta trovare ancora una volta impreparata: si è dovuto assistere ai numerosi, ennesimi e drammatici, disservizi ferroviari delle FSE così come si è assistito al tracollo dei voli Alitalia.

“Adesso – prosegue Casili – è il turno dei voli Ryanair, l’unico vettore che lasciava a questo territorio e alla sua cittadinanza la possibilità di spostarsi in maniera efficiente e decorosa nel resto del paese e in Europa. Leggo con stupore di come l’assessore ai trasporti della Regione Puglia vorrebbe adesso esaminare i contenuti del contratto con Ryanair, per vedere se ci siano le condizioni per un risarcimento danni. È paradossale. È come chiedere a se stesso quali siano i termini di un contratto da 15 milioni di euro, di cui lui dovrebbe essere il primo garante con la Regione, l’ente che gli ha affidato l’incarico di sottoscriverlo. Ma non solo.

Al momento della contrattazione con la società irlandese andavano preventivamente approfonditi tutti quegli aspetti lavorativi e contrattuali, che dovrebbero necessariamente essere posti a garanzia della continuità del servizio. Evidentemente questo non è stato fatto e oggi ci troviamo davanti questo grande disagio.

La Giunta regionale si adoperi per far ripartire al più presto il servizio, abbandonando l’ipotesi, paventata da Emiliano, di cedere a gruppi esteri anche la gestione dei servizi aeroportuali della Regione: un asset fondamentale per la nostra comunità ed uno dei pochi ancora in grado di produrre profitti”.

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Paolo Pagliaro, Forza Italia - tramite mail scrive:

    «In Spagna hanno aperto un dossier e sono col fiato sul collo di Ryanair, in Italia i problemi invece si palleggiano tra sindacati e politica senza incisività.
    È sotto gli occhi di tutti che la cancellazione dei voli da parte della compagnia aerea crea disagi in tutta Italia e penalizza oltremodo, ancora una volta, il Salento.
    È gravissimo che migliaia di passeggeri debbano ritrovarsi coinvolti in questo tourbillon di disagi a causa dell’errore di programmazione delle ferie dei piloti.
    Sembra veramente una barzelletta e il Governo non può non intervenire incisivamente sulla questione. Il semplice risarcimento del costo del biglietto dei voli soppressi non basta, si muovano celermente Governo e Enac per garantire i giusti diritti ai viaggiatori.
    Sono 67 i voli cancellati da Brindisi, tanti, tantissimi, e il Salento è sempre più isolato.
    Questa volta bisogna fare la voce grossa con la compagnia irlandese».

  2. Francesco Bruni, Direzione Italia - tramite mail scrive:

    La cancellazione dei voli da parte di Ryanair crea l’ennesima penalizzazione per il Salento, che viene così tagliato fuori dai collegamenti nazionali e internazionali assicurati dal vettore irlandese, con gravissimi danni per i passeggeri, costretti a ripiegare su voli alternativi col rischio di vedere aumentare i prezzi in maniera esorbitante”: è quanto afferma il senatore di Direzione Italia, Francesco Bruni, intervenendo sul caso dei voli cancellati dalla compagnia aerea irlandese.

    “Il Salento, ancora una volta, si trova così a fare i conti con un isolamento a cui è necessario porre rimedio. Fino ad ora la Regione Puglia, che pure concede importanti incentivi finanziari a Ryanair, non ha messo in campo alcuna azione per alleviare e risolvere i disagi dei passeggeri salentini.
    Il Governo, a fronte della ingiustificata e colpevole inerzia della Regione Puglia, deve urgentemente intraprendere le necessarie iniziative per ovviare all’incresciosa situazione, tutelare gli interessi dei consumatori ed evitare che un intero territorio sia tagliato fuori dai collegamenti nazionali e internazionali per oltre un mese”.

    In queste ore, lo stesso senatore ha presentato insieme al sen. Zizza un’interrogazione urgente al governo per chiedere azioni concrete sul caso Ryanair.

Lascia un commento

banner ad
banner ad