banner ad
banner ad
banner ad

“La medicina e la politica non devono essere tenute separate, perché le cause primarie delle malattie sono politiche e sociali”…COME SARA’ LA PUGLIA DEL 2050? UN CORSO DELLA LILT A LECCE SABATO 14

| 13 ottobre 2017 | 1 Comment

(m.b.)_____La Lega Italiana Lotta Tumori di Lecce ha organizzato l’undicesima edizione del Corso di Aggiornamento “Ambiente e Salute”, che si terrà a Lecce presso l’Università del Salento, al Centro Ecotekne – Aula D10 – via per Monteroni, sabato 14 ottobre 2017, alle ore 8.45, rivolto a dirigenti, docenti, referenti di educazione alla salute, rappresentanti delle Istituzioni, associazioni e cittadini.

‘Immaginare la Puglia del 2050’ è il titolo della manifestazione di quest’anno, con contributi di autorevoli rappresentanti del mondo della Ricerca e delle Istituzioni. Il fine dell’evento è quello di promuovere una riflessione consapevole e condivisa – nonché l’assunzione di responsabilità comunitaria e istituzionale – per giungere a proporre un ideale praticabile di Puglia, attuale e prossima, cui concorrere coralmente per obiettivi di benessere e di salute dei luoghi di vita, di crescita, di lavoro.

Ciò nel segno della lezione dell’epidemiologo britannico Geoffrey Rose, il quale affermava che “la Medicina e la Politica non possono e non devono essere tenute separate perché le determinanti primarie delle malattie sono prevalentemente politiche e sociali, quindi i relativi rimedi devono essere anche politici e sociali”. Ambiente e Salute sono tematiche strettamente connesse: la qualità di vita e la salute degli organismi tutti (piante, animali, individui) dipendono fortemente dalla tutela e dalla qualità del territorio in termini di scelte socio-economiche e di sviluppo societario sostenibili.

Ecco il programma completo:

Ore 8.45 Presentazione e Introduzione al Corso (Marianna Burlando, Presidente LILT Lecce) –

Ore 9.00 LETTURA MAGISTRALE. Sviluppo socio-economico e sostenibilità ambientale: attualità e prospettive (Stefano De Rubertis (Direttore Dipartimento di Scienze dell’Economia – Università del Salento) –

Ore 9.45 Saluto e commento delle Autorità: Michele Emiliano (Presidente Regione Puglia), Vincenzo Zara (Rettore Università del Salento), Francesco Schittulli (Presidente Nazionale LILT), Carlo Salvemini (Sindaco di Lecce), Antonio Gabellone (Presidente Provincia di Lecce) –

Ore 11.00 I SESSIONE – Attuali emergenze ambientali e strategie compatibili per il futuro. Territori inquinati e popolazioni malate (Maurizio Portaluri, Direttore Radioterapia, Ospedale “Perrino” – Brindisi); Il punto di vista della Regione Puglia (Barbara Valenzano, Direttore Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche e Paesaggio – Regione Puglia); Il punto di vista dei Comuni (Ivan Stomeo, Responsabile Rifiuti ed Energia – ANCI) –

Ore 12.30 II SESSIONE – I progetti della LILT di Lecce con partner istituzionali. Il Progetto GENEO (Carmine Cerullo, Oncologo, LILT Lecce); La Prevenzione primaria e il monitoraggio permanente delle matrici ambientali nel Salento: il Centro ILMA LILT (Giuseppe Serravezza, Oncologo, LILT Lecce); Discussione.

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. max ha detto:

    Bisogna difendere con forza le strutture sanitarie salentine a tutela della salute dei cittadini. A Bari dovrebbero capire che gli ospedali della provincia di Lecce (quelli che funzionano bene, dati alla mano) vanno potenziati e non smantellati per logiche partitiche.
    I cittadini si ricorderanno al momento del voto!

Lascia un commento

banner ad
banner ad