banner ad
banner ad
banner ad

GOOD MORNING BRINDISI

| 15 ottobre 2017 | 1 Comment

di Emanuele Lezzi______

Il problema non è tanto l’ episodio in sé, una bomba fatta esplodere, questa notte, al quartiere Sant’ Elia, contro la saracinesca di un negozio, una panetteria, perché, purtroppo, frequente, nel genere di attentati-avvertimenti-ricatti- vendette-tentativi di estorsioni. Non è nemmeno il ripetersi a serie, a distanza ravvicinata, di episodi delittuosi, negli ultimi giorni.

Il vero problema è che non si tratta di un fatto occasionale, ma che è chiara indicazione di una recrudescenza della criminalità più o meno organizzata, di un dilagare della violenza, per imporre sopraffazioni e per regolare le questioni.

Preoccupano poi soprattutto le sparatorie, di giorno, i centro, in mezzo alla gente, che si sono verificate negli ultimi giorni e nelle ultime settimane.

Una specie di Vietnam, parcellizzato sul territorio.

Tutto questo, nonostante l’ incessante ed encomiabile impegno della Forze dell’ ordine, e il loro sguardo attento, quanto preoccupato, su quanto di brutto sta accadendo e soprattutto sta montando; e nonostante i colpi inferti in zona dai magistrati ai clan della sacra Corona Unita.

Infine, tanto per non farsi mancare nulla, le scazzottate, le risse, i pestaggi, che si ripetono e si estendono a macchia di leopardo, a cadenza pressoché quotidiana, spesso per futili motivi, addirittura sovente fra semplici automobilisti, per motivi di viabilità, indice di una mentalità perversa, che ha preso il sopravvento.

Un’ immagine di città malavitosa, una città violenta, insomma, che Brindisi non riesce a scrollarsi di dosso, e anzi si sente sempre più da essa appiccicata e asfissiata.

Il tutto, sullo sfondo, le innumerevoli, sconfortanti, vicende giudiziarie, di commistioni fra politica e affari, e le vicissitudini politiche, che hanno travagliato la vita ‘sociale’ della città. Una città che ora ha paura, e sempre meno fiducia e speranza.

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    La Polizia di Stato è intervenuta sabato notte nel centro storico, dove, durante la ‘movida’, si erano registrati slalom scriteriati in motorino fra i passanti, vandalismi e scoppi di petardi.
    Sessanta i giovani fermati e identificati.

Lascia un commento

banner ad
banner ad