banner ad
banner ad

NO TAP LOTTA CONTINUA

| 19 novembre 2017 | 1 Comment

(Rdl)______Il Comitato No Tap ha appena reso noto che gli attivisti si ritroveranno oggi, domenica 19, alle 17, a Lecce, nella Villa Comunale.

Qualche ora prima, aveva diffuso un report del corteo spontaneo sortito ieri sera a ridosso della così detta ‘zona rossa’ (nella foto): “Anche ieri ci siamo ritrovati in assemblea pubblica, sulla villa comunale di Melendugno, a viso scoperto. 
Anche ieri abbiamo fatto un altro passo avanti per la costruzione di una comunità che ha il diritto di dire NO ad un’opere Inutile, dannosa e con un enorme impatto socio ambientale.
Anche ieri abbiamo detto NO alla limitazione della libertà e dei diritti dei cittadini messa in atto da questo governo asservito alle lobby affaristiche e alla società Svizzero/Azera.

Ci siamo stati, ci siamo e ci saremo sempre di più. Quella di ieri è stata un’assemblea partecipata in cui si è chiarito che nessun foglio di via ci spaventa, e che la nostra arma migliore è la solidarietà, così come non ci spaventa nessuno schieramento in assetto antisommossa, perché quando si lotta contro le ingiustizie si ha un armatura in più; quell’armatura sono gli occhi di chi ti sta accanto. E così guardandoci l’uno con l’altro è nato spontaneamente un corteo pacifico a ridosso della zona rossa, zona rossa che circonda le nostre strade, le nostre terre, la nostra dignità e libertà e di cui bisogna presto liberarsi. Arrivati li ci siamo trovati il solito dispiegamento eccessivo di forze dell’ordine che bloccavano una strada provinciale che non rientra in quella triste fascia, erano loro a bloccare la circolazione, come sono stati loro a distruggere i muretti a secco per costruire le cancellate per i checkpoint. Non ci fanno passare? Ma la terra è nostra, le strade sono nostre, le conosciamo, aggiriamo i blocchi stradali, le forze dell’ordine possono solo guardare. Non facciamo del male, ma non abbiamo nessuna paura!”.

Category: Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. redazione ha detto:

    IL REPORT DELLA QUESTURA, ARRIVATO IN REDAZIONE DOMENICA POMERIGGIO:

    Nella serata di ieri 18 novembre, alle 18.30, circa cento manifestanti del Movimento No Tap, dopo una riunione precedentemente tenutasi presso i giardini pubblici di Melendugno, si sono portati in auto in via Europa a San Foca, per poi riunirsi in corteo, non preceduto dal preavviso previsto dalla legge, percorrendo a piedi la Strada Provinciale 145, direzione Melendugno, occupandone interamente la sede stradale, e pronunciando slogan contro il progetto TAP e contro le Forze di Polizia.
    Il corteo si fermava all’intersezione con Via San Niceta, una delle due arterie da cui si accede ai cantieri, e si fermava unicamente perché giunto dinanzi al personale delle FF.OO.
    I manifestanti, dopo aver urlato la loro contrarietà alla realizzazione dell’opera e scandito slogan contro le Forze dell’Ordine, sono ritornati sempre in corteo al punto di partenza. Una cinquantina di questi, dopo aver proseguito per via Puglia, giungevano in prossimità della zona interdetta all’accesso di persone estranee ai lavori, sito illuminato da una torre faro.
    Nella circostanza, i manifestanti si impossessavano della chiave di accensione del gruppo “generatore di luce”, spegnendolo, dopodiché si allontanavano. La Forza Pubblica, nonostante le provocazioni, non ha mai fatto ricorso ad azioni coattive e si è limitata a contenere le provocazioni.

Lascia un commento

banner ad
banner ad