LECCE, BUONE NOTIZIE PER IL MERCATO IMMOBILIARE

| 19 gennaio 2018 | 0 Comments

di Giuseppe Ciusco * (titolare della Immobiliare Leuca s.a.s.)______

Lecce è indubbiamente tra le più belle città del Meridione italiano, è una citta che pulsa di vita e di storia, è un labirinto di viuzze che affascinano, ogni angolo è uno spettacolo, quasi un museo a cielo aperto.

Il centro storico, è ricchissimo di chiese, monasteri, palazzi monumentali ed antiche costruzioni, l’Anfiteatro romano, il Castello di Carlo V, Il Duomo, i palazzi rinascimentali, le chiese barocche, hanno una luce surreale, avvolgente, intensa, uno spettacolo dorato che si ha per effetto dall’aspetto caldo della pietra leccese presente nei palazzi e che si manifesta in tutto il suo splendore al tramonto.

Le esuberanti e particolari decorazioni creano una invidiabile scenografia di angeli, santi, puttini e maschere, frutti di pietra, trofei di fiori e foglie che sembrano agitate da folate di vento. La grandiosità e lo sfarzo barocco si respirano in ogni angolo di Lecce. Nelle dimore storiche, sulle cornici delle finestre e sugli stemmi delle casate più importanti del Salento.

 

Negli ultimi anni il Salento si è confermato un luogo molto accogliente, richiamando sempre più turisti ma soprattutto investitori molti dei quali hanno deciso di comprare casa.

Il mattone resta si può dire fuori dalla crisi, dando uno sguardo a ritroso, a livello nazionale, il 2017 dal lato volumi di transazioni chiude con un segno positivo.

Secondo uno studio pubblicato su Il Sole 24 ore, il 2017 si è chiuso intorno a 550mila compravendite a dimostrazione di un assestamento del mercato.

Sul versante dei prezzi si stima una stabilità in media a fine 2017, ma con valori in aumento in alcune metropoli. Del resto se il mercato si è rimesso in moto è anche grazie al fatto che i valori sono diminuiti notevolmente dall’inizio della crisi immobiliare rendendo le case più appetibili.

Secondo i dati dell’OMI, il prezzo degli appartamenti nelle diverse zone a Lecce è compreso in tutta la città tra 500 €/mq e 1.500 €/mq per la compravendita e tra 2 €/mq e 6,1 €/mq per quanto riguarda le locazioni.

Il prezzo medio degli appartamenti in vendita (1.200 € mq ) è di circa il 10% inferiore alla quotazione media regionale, pari a 1.350 € mq ed è invece circa il 10% superiore alla quotazione media provinciale (1.100 €/mq)

Il prezzo degli appartamenti a Lecce non è per nulla uniforme, anche se nella maggioranza dei casi è compreso tra 1.000 €/mq e 1.400 €/mq.

Lecce ha un prezzo medio degli appartamenti in vendita di circa 1.200 €/mq, quindi circa il 16% in meno rispetto ai prezzi medi a Viareggio e circa il 50% in più rispetto ai prezzi medi a Caltanissetta, che hanno, rispettivamente, i prezzi più alti e più bassi in Italia, tra le città con una popolazione compresa tra 50.000 e 100.000 abitanti.

I segnali positivi del mercato immobiliare tengono conto anche delle compravendite avvenute tramite asta giudiziaria, che non contribuiscono certo alla stabilizzazione dei prezzi.

 

Fatto salvo fattori esogeni imprevedibili, ci aspettiamo per i prossimi anni un ciclo positivo del mercato. Rileviamo anche che le aspettative dei consumatori sono in continuo mutamento: la clientela chiede oggi agli operatori immobiliari servizi di elevata qualità con particolare attenzione sui principi di tutela e trasparenza.

L’Agente immobiliare sta diventando sempre più un consulente in grado di indirizzare l’investimento più idoneo alle necessità dei consumatori; sa riconoscere ed individuare le aree di sviluppo futuro del tessuto urbano; sa suggerire alle imprese costruttrici le tipologie più richieste dal mercato;  sa consigliare dove è più conveniente indirizzare gli investimenti per la maggior resa e, oltre a vantare portafogli clienti per l’acquisto o la vendita  di un immobile, sa prospettare il momento opportuno per finalizzare una compravendita.

Gli operatori immobiliari capaci di cogliere ed adattarsi velocemente alle mutazioni del settore saranno protagonisti del futuro del mercato.

 

Category: Costume e società, Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento