banner ad
banner ad

Linciano Liquors: cucina mediterranea e bollicine d’eccellenza si sposano in riva al mare

| 10 luglio 2018 | 0 Comments

È mattina inoltrata quando incontro Antonio Linciano della Linciano Liquors, marchio che distribuisce vini, spiriti e bollicine dalla metà del secolo scorso. È in compagnia di Tommy Monari, brand Ambassador della Maison Bruno Paillard. Si parla di bollicine e non si poteva non farlo dinanzi ad un bicchiere di champagne seduti al bar 300 Mila di Lecce, accompagnato da un aperitivo mediterraneo.

L’evento che avrà come protagonista la cucina mediterranea e le bollicine sarà preceduto da una cena esclusiva organizzata da Antonio Linciano, che si terrà questa sera presso il ristorante Alex a Lecce.

Da Alex, la chef Alessandra Civilla e Tommy Monari dialogheranno, anzi faranno dialogare i calici e le pietanze gourmet con i palati dei commensali.

In qualche modo Antonio Linciano, attraverso un aperitivo al bar, ha riassunto mirabilmente l’essenza dell’evento “La cucina mediterranea dell’Approdo incontra le bollicine dello Champagne della Maison Bruno Paillard” che si svolgerà domani, mercoledì 11 luglio alle 20:30 presso l’hotel ristorante L’Approdo a Santa Maria di Leuca. L’idea è quella di mostrare quanto la cucina gourmet mediterranea e un brand d’Oltralpe possano sedersi a tavola e comprendersi senza bisogno di parlare, in un “incontro di palato” che è continua esaltazione dei singoli sapori e delle peculiari fragranze.

La scelta dello champagne della Maison Bruno Paillard per accompagnare i piatti proposti dallo chef Agostino Bilotta, all’opera nella cucina de L’Approdo, è quanto mai azzeccata: il Paillard è “uno champagne profondamente gastronomico” che si sposa bene con le portate. La ragione è da ricercarsi nel tentativo, assolutamente riuscito, della Maison di realizzare uno champagne puro, in cui l’ingresso dell’anidride carbonica in bocca è attenuato, con il risultato di una cremosità e una raffinatezza al palato impareggiabili.

Linciano mi spiega che «A tavola saranno quattro le portate proposte dallo chef e ad ogni piatto sarà abbinata una bottiglia di bollicine, la quale sarà poi raccontata da Tommy Monari».

L’ambassador Monari ci racconta quali saranno le bollicine che accompagneranno la serata.

«Si inizia con il Première Cuvée. Il Première Cuvée è un po’ il biglietto da visita della Maison, si tratta dello champagne che ha reso la Maison Bruno Paillard celebre nel mondo. È uno champagne divertente perché è in grado di accompagnare il pasto, dall’Entrée sino al secondo piatto». Il Première Cuvée sarà servito con una frittura di pesce, sapida e croccante, che nasconde un cuore che richiama il mare salentino.

La cena proseguirà con un crudo di mare, affiancato da un Blanc de blancs Grand Cru. «Pur partendo così forte, con uno champagne con un timbro di struttura come il Première Cuvée, abbiamo deciso di farci poi accompagnare dalla morbidezza e dalla sapidità di un Blanc de Blancs, perché i terreni in cui prendono vita le viti del Blanc de Blanc sono quelli tipici della Champagne». La sapidità del Blanc de blancs Grand Cru e quella tipica dei prodotti ittici si esalteranno a vicenda in un crescendo di sapori di cui a godere sarà il gusto raffinato.

La cena prosegue con un Rosè e un Millesimato Assemblage 2004: «Ci faremo trasportare dal colore cipria e dal frutto croccante del Rosè e concluderemo con il muscolo della calda annata 2004». Due bollicine pregiate affiancheranno due portate notevoli: un primo con sugo rosa e un secondo a base di pesce spada.

Un menu di altissimo livello quindi e di grande sostanza, che non potrà fare a meno di conquistare gli ospiti.

«La serata si aprirà, con un piccolo preambolo, al Lido Blanc dove ad attendere gli ospiti sarà allestito un aperitivo, realizzato dallo chef Giovanni Pellegrino. L’evento vero e proprio si svolgerà interamente a L’Approdo, gestito dal patron Carlo Rossi. Il locale costituisce un’eccellenza nel suo settore, in quanto punta a preservare le caratteristiche tipiche della cucina pugliese esaltandone i sapori più genuini, intensi e autentici.»

Bollicine e creazioni gastronomiche preziose sotto le stelle del Capo di Leuca regneranno sovrane e porteranno la firma di Antonio Linciano.

 

Category: Costume e società, Eventi

Lascia un commento

banner ad
banner ad