DIARIO DEL GIORNO / DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018

| 11 novembre 2018 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è domenica  11 novembre 2018.

La Chiesa festeggia San Martino.

Auguri a tutti i nostri amici che si chiamano Martino e a tutte le nostre amiche che si chiamano Martina.

Buon compleanno all’ attore Ivan Raganato.

 

Festa antichissima, di origini celtiche.

Vediamo invece le usanze che risalgono al Medioevo, quando in tutta Europa a San Martino cominciava l’ attività dei tribunali, delle scuole e dei parlamenti; si tenevano le elezioni municipali; si pagavano tasse, affitti e rendite; si rinnovavano i contratti agrari e chi doveva farlo traslocava.

Giorno di precetto, era festeggiato con fiere, fuochi e banchetti, innaffiati dal vino novello.

L’ usanza di banchettare allegramente è conservata nelle campagne francesi, patria d’ origine del Santo, mentre è quasi scomparsa in quelle italiane. In Piemonte un proverbio invita a farlo, ammassando oche, castagne e vino.

Del vino si è detto, delle castagne è ovvio, ma perché le oche? Perché in questo periodo emigravano da nord a sud e quindi era facile catturarle, ma pure perché sono legate ad analoghe leggende celtiche e a vari aneddoti che si raccontano sulla vita di questo santo, vissuto nel IV secolo dopo Cristo.

Il più famoso quello del suo mantello tagliato a metà, con la spada, a cavallo, e donato a un povero infreddolito, non avendo i soldi necessari per comperargliene uno nuovo.

I Celti del resto veneravano un dio cavaliere che portava una mantellina corta, e lo consideravano il garante della resurrezione dopo la morte, quindi il garante del rinnovamento della natura dopo la morte invernale.

 

Proverbio salentino: LU SULE CA TE ITE TE SCARFA.
Il sole che ti vede ti scalda.
Così come i raggi del sole con  i quali si viene a contatto scaldano il nostro corpo, così le persone con le quali ci si vede quotidianamente scaldano il nostro cuore.
A volte ci può essere un parente stretto, con il quale però ci si vede di rado, mentre ci possono essere persone che sono parenti alla lontana o semplici conoscenti,  e con i quali si ha una frequentazione costante, e magari sono premurosi; è evidente che con questi ultimi  si crea un legame più stretto.

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad