banner ad
banner ad

ANDREA GUIDO, E UN TELEFONO CHE SQUILLA A VUOTO

| 1 dicembre 2018 | 1 Comment

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il consigliere comunale di Direzione Italia Andrea Guido ci manda il seguente comunicato______

Il Villaggio di Natale di Piazza Libertini: uno scempio fatiscente da terzo mondo.

Hanno pagato 1.000 euro a testa per avere giusto 2 moduli di pochi metri quadri, fatiscenti, in legno marcio, con il soffitto bucato e il cellophane inchiodato sulla copertura che ad ogni soffio di vento si gonfia come una vela.
La corrente elettrica, poi, tutta un’altra vicenda. E ancora una volta l’inganno si svela a cose fatte: non c’è! Se i commercianti la vogliono sono altre 11.000 euro da sborsare, tutto, ovviamente, a carico loro. Altrimenti al buio.
Questo è il nostro bel Villaggio di Natale, fiore all’occhiello degli allestimenti 2018. Doveva esserci una ruota panoramica, doveva esserci la pista di pattinaggio sul ghiaccio e, soprattutto, l’area doveva accogliere gioia, armonia e spirito natalizio. E non ira, sdegno, rancore e indignazione per le promesse disattese e una logistica da terzo mondo. A questo aggiungiamo la delusione di noi tutti cittadini per l’ennesima ridicola beffa dell’assessore Paolo Foresio. Che imparasse a rispondere al telefono, che cominciasse a usarlo anche quando non gli conviene, perché la gente è stanca. Lo sono gli operatori del settore, le associazioni e i privati cittadini. Sono stanchi di essere presi in giro, sono stanchi di prendere solo fregature e sono esasperati da decine e decine di appuntamenti disattesi e di un telefono che squilla, squilla e squilla ancora, all’infinito, senza che lui mai risponda.

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ufficio stampa Comune di Lecce - tramite mail ha detto:

    Alla luce della polemica sollevata dal consigliere Andrea Guido sullo stato delle “casette” in legno di Piazza Libertini, è utile precisare che le stesse sono state noleggiate dai commercianti attraverso trattativa privata con un fornitore.

    Riguardo al fatto che i commercianti dovranno pagare l’energia elettrica che sarà utilizzata per l’illuminazione delle stesse, si fa presente che tutti i commercianti in sede fissa e ambulante pagano i consumi elettrici. Compresi quanti, come avvenuto in occasione della Festa di Sant’Oronzo, utilizzano la “dorsale elettrica” messa a punto dall’Ufficio utenze del Comune di Lecce, che consente di evitare l’impiego di gruppi elettrogeni. La stessa sarà installata in Piazza Libertini anche in occasione del periodo natalizio.

Lascia un commento

banner ad
banner ad