banner ad
banner ad

DIARIO DEL GIORNO / MARTEDI’ 12 MARZO 2019

| 12 marzo 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è martedì 12 marzo 2019.

San Luigi Orione.

12 mrzo 1992 – A Mondello un commando di cosa nostra uccide Salvo Lima mentre a bordo di una Opel Vectra si recava all’Hotel Palace per organizzare la prossima campagna elettorale.

Secondo la sentenza del processo per l’omicidio del 1998, Lima si attivò per modificare in Cassazione la sentenza del Maxiprocesso di Palermo che condannava molti altri boss all’ergastolo; tuttavia però il 30 gennaio 1992 la Cassazione confermò gli ergastoli e sancì la validità delle dichiarazioni del pentito Tommaso Buscetta: per queste ragioni Lima venne ucciso, anche per lanciare un avvertimento all’allora presidente del consiglio Andreotti, che aveva firmato un decreto-legge che aveva fatto tornare in carcere gli imputati del Maxiprocesso scarcerati per decorrenza dei termini e quelli agli arresti domiciliari.

 

Nel 2012, Janelle Tam, una studentessa adolescente canadese, ha scoperto che la cellulosa (la fibra vegetale che consente agli alberi di reggersi e ai fogli di carta di rimanere compatti) è un potente antiossidante con proprietà anti-invecchiamento. Portando avanti la sua ricerca, Janelle ha notato la presenza di un elemento, cui ha assegnato il nome di NCC (cioè: nanocellulosa cristallina), che si stima essere in grado di contrastare varie malattie e rallentare l’invecchiamento. Tale sostanza è simile nei suoi meccanismi alla vitamina C, ma si suppone che essa abbia qualità specifiche superiori, sia per la sua stabilità, sia per gli effetti più duraturi. Si sono studiati possibili applicazioni su prodotti cosmetici che rendono la pelle più elastica o, addirittura, sui cerotti e medicamenti che aiutano la cicatrizzazione di tagli, abrasioni e ferite in genere. Ancora una volta Madre Natura ha già risolto dei problemi che i nostri medici non si sono neppure posti! La più antica cura viene dalla Natura.

 

Proverbio salentino: A CHIANGERE STU MUERTU SU LACRIME PERDUTE.
A piangere questo morto sono lacrime perdute.
Quando si è impossibilitati a modificare una situazione è inutile stare a rimuginarci su.
Era il consiglio che veniva dato a quanti non si davano pace per un amore che era finito, per un affare che non andato a buon fine, oppure per un oggetto che si era rotto ed era inutile riparare.

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad