banner ad

DIARIO DEL GIORNO / DOMENICA 21 APRILE 2019 / BUONA PASQUA A TUTTI I NOSTRI AMICI E LETTORI!

| 21 aprile 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è domenica 21 aprile 2019.

Sant’ Anselmo.

Auguri al nostro amico Marco Santoro Verri, che a Melendugno compie 47 anni.

E buon compleanno a Lecce al collega giornalista Francesco Buja, che ne fa 44.

 

Pasqua. Auguri a tutti i nostri amici e a tuti i nostri lettori. Auguri di rinnovamento, di miglioramento, di soddisfazioni e di acquisizioni, con il ricordo di un testo evangelico simbolico e profetico.

Così Franco D’ Arco ne scrive, a proposito del film “La prima notte di quiete” di Valerio Zurlini.

“Spider lo segue qualche passo più indietro, scende alcuni gradini, si ferma, si guarda intorno e le pietre spesse delle volte, i muri scuri in ombra, gli danno l’impressione di un sepolcro vuoto, poi qualcosa che improvvisamente neppure immaginava di ricordare, lo sorprende e, come se parlasse solo per sé, dice: “Eh, ogni tanto vengono in mente dei ricordi senza ragione. Colui che voi cercate, non è qui”. Ma Daniele l’ha sentito, si volta verso di lui e in quella strana luce funerea, che filtra dall’uscita, completa il verso del Vangelo di Matteo: “È risorto come disse il terzo giorno, andate vi ha preceduto in Galilea, là lo incontrerete“. 

Spider lo guarda stupito, credeva di averlo capito, di conoscerne il segreto, ma ancora una volta lui l’ha confuso, gli ha tolto ogni certezza, lasciandogli solo il dubbio e l’ammirazione che prova ogni volta che gli è accanto”.

 

753 a.C. – Natale di Roma: secondo la leggenda, in questo giorno Romolo fonda la città di Roma.

Festa nazionale italiana istituita nel 1924, e abolita nel 1945, tranne che nel comune di Roma.

Il Natale di Roma, anticamente detto Dies Romana e conosciuto anche con il nome di Romaia, è una festività laica legata alla fondazione della città di Roma, festeggiata il 21 aprile. Secondo la leggenda, narrata anche da Varrone, Romolo avrebbe infatti fondato la città di Roma il 21 aprile del 753 a.C. e questa data si deve ai calcoli astrologici del suo amico Lucio Taruzio.

Da questo anno in poi derivava la cronologia romana, definita infatti con la locuzione latina Ab Urbe condita, ovvero “dalla fondazione della Città”, che contava gli anni a partire da tale presunta fondazione.

 

Proverbio salentino: PRIMA TE CHIANGU E POI TE CANGIU.
Prima ti piango e poi ti cambio. Si dice dell’amico che tradisce.

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad