‘LA STAZIONE COVO DI MALVIVENZA’

| 4 luglio 2019 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Andare Oltre Lecce ci manda il seguente comunicato______

ANDARE OLTRE – LA STAZIONE COVO DI MALVIVENZA SOTTO GLI OCCHI INERTI DEL’AMMINISTRAZIONE

“Leggiamo dell’espulsione del pericoloso cittadino ghanese che qualche giorno fa aveva aggredito sette poliziotti presso la stazione di Lecce – commenta Maria Elena Gaballo, Segretario cittadino di Andare Oltre – e ringraziamo le forze dell’ordine per aver tutelato, ancora una volta, la cittadinanza leccese e tutti i fruitori della stazione. Ci rammarica – prosegue Gaballo – constatare che ogni nostra denuncia di intervento immediato è stata ad oggi ignorata e che di fatto l’intera area della stazione di Lecce sia un covo di sporcizia, malaffare e malvivenza, sotto gli occhi dell’Amministrazione inerte.

Da lungo tempo ci battiamo per il risanamento della stazione ferroviaria e dell’intera area circostante – ha dichiarato Massimo Fragola, coordinatore provinciale di Andare Oltre – insistendo sulla necessità di ripristinare una condizione di sicurezza e decoro in un quartiere che da anni non ha pace. Andare Oltre ha più volte chiesto la convocazione di tavoli tecnici e programmatici tra Amministrazione, Questura e Prefettura, ha denunciato la grave situazione di stallo in cui versa l’intera area, ha ascoltato e riportato nelle sedi opportune le continue lamentele dei residenti e dei negozianti. Abbiamo portato avanti la nostra idea di rivoluzionare la stazione ferroviaria – prosegue Fragola – ridisegnandola sul modello delle aree aeroportuali e abbiamo raccolto il consenso dei numerosi utenti che hanno firmato la nostra petizione #liberiamoitreni. Non siamo stati ascoltati – conclude Fragola – e la stazione continua ad essere teatro di spiacevoli episodi. Ne prendiamo atto e auguriamo ai nostri amministratori e al nostro Sindaco una buona estate, nella speranza che non vi siano tragedie annunciate a turbare le loro vacanze”.

Category: Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad