banner ad

DIARIO DEL GIORNO / MERCOLEDI’ 7 AGOSTO 2019

| 7 agosto 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è mercoledì 7 agosto 2019.

San Donato. Buon onomastico a chi porta questo nome.

Luna in primo quarto.

Da sempre l’uomo, per garantirsi la sopravvivenza, è vissuto in costante armonia con i molteplici ritmi della luna; molti monumenti significativi dell’antichità dimostrano quanta importanza gli antichi attribuissero all’osservazione e all’influenza degli astri e della luna.
Darwin, nella sua “Origine dell’uomo”, dice: l’uomo, come le belve e persino gli uccelli, è soggetto a quella misteriosa legge per la quale certi processi normali quali la gravidanza, la crescita delle piante, la maturazione dei frutti, e il decorso delle malattie, dipendono dai periodi lunari.
I nostri antenati avevano infatti scoperto che:
– molti fenomeni della natura (maree, nascite, ciclo mestruale, …) sono in relazione col corso lunare
– molti animali si regolano con la posizione della luna: ad es., gli uccelli raccolgono il materiale per i loro nidi solo in certi periodi, perché i nidi si asciughino più in fretta dopo la pioggia
– numerose attività quotidiane, come cucinare, mangiare, tagliarsi i capelli, lavorare in giardino, potare, concimare, lavare, fare uso di medicinali, raccogliere erbe medicinali sono soggetti ai ritmi lunari.

Quando la luna è fra terra e sole, noi non la vediamo: ci mostra la sua faccia scura. E’ luna nuova.
Poi la parte luminosa compare e aumenta (luna crescente) fino ad arrivare alla luna piena. Poi decresce (luna calante) fino a tornare alla fase di luna nuova.
A ogni fase della luna corrisponde nella natura un diverso stato energetico.

 

Come detto, da oggi, siamo in Luna in primo quarto, cioè Luna crescente: questa fase è un momento di potenziamento e rigenerazione: il corpo accumula forza ed energia.

E’ un buon periodo per fare progetti, prendere iniziativa, socializzare. Si ingrassa più facilmente, le ferite tardano a guarire, ciò che viene somministrato al corpo per la rigenerazione e il rafforzamento funziona doppiamente; sono giorni giusti anche per i massaggi rigenerativi e rinforzanti.

La biancheria, con la stessa quantità di detersivo, non si pulisce come in luna calante.

In luna crescente e luna piena nascono più bambini.
La terra si comporta al contrario: tutto fluisce, cresce, prolifica; i succhi risalgono, predomina la crescita in superficie.

Per questo, le piante e verdure che crescono in superficie vanno piantate o seminate in luna crescente, con l’eccezione delle verdure a foglia (insalate, spinaci, cavolo bianco e rosso) che vanno piantate in calante.

Sono i giorni giusti per rinvasare e trapiantare, innestare alberi da frutto.
Lo stesso tipo di energie della luna crescente si ritrovano nella fase che segue le mestruazioni: l’energia è più dinamica, è creativa, si è sessualmente più disposti, ci si sente più attraenti.

 

 

7 agosto 1990. Un’impiegata di Roma, Simonetta Cesaroni, viene assassinata nell’ufficio dove lavora: il giallo di via Poma, uno dei delitti ancora senza colpevole.

In quei giorni, dai quotidiani romani scatenati, ben presto il giallo passa a quelli di tutta Italia e ai telegiornali

Presunti colpevoli, inchieste, processi, assoluzioni; un ‘suicidio’ misterioso, del portiere dello stabile; tante piste, dai condomini sospetti, agli sconosciuti che era possibile contattare al computer nelle prime forme di chat all’ epoca ancora embrionali; nuove indagini in tempi più recenti con le tecniche più sofisticate, una condanna in primo grado per il fidanzato dell’ epoca, poi assolto in appello, sentenza di assoluzione confermata in  Cassazione; servizi segreti, film, docu film, speciali televisivi: sono passati ventotto anni, ma a fronte di tutto questo resta il mistero, il giallo di Simonetta Cesaroni è diventato uno dei misteri italiani, che più hanno interessato e appassionato, ancora irrisolto.

Di lei, nell’ immaginario collettivo, rimane quella sua foto dell’ estate al mare che abbiamo visto tante volte, fino a diventare famigliare per ognuno di noi.

 

Proverbio salentino: MAZZE E PANIEDHHI FANNU LI FIGGHI BEDHHI, PANE SENZA MAZZE FANNU LI FIGGHI PAZZI
Per avere dei bei figli bisogna, bisogna utilizzare sia la punizione che il premio. Mazze, ossia mazzate, punizioni, servono quando il figlio sbaglia, e panieddhhi, ossia dolci e  carezze amorevoli quando i figli si comportano bene. Se invece ai figli si da tutto senza mai punirli, allora i figli crescono maleducati,  “figghi pazzi”.

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad