banner ad

DIARIO DEL GIORNO / DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019

| 22 settembre 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è domenica 22 settembre 2019.

La Chiesa celebra San Maurizio.

Buon onomastico a tutti i nostri amici e lettori che portano questo nome!

Da questa notte, luna in ultimo quarto.

Luna calante. Questa fase è un momento di consolidamento, bisogna lasciarsi alle spalle quanto acquisito per avanzare; è un buon periodo per rompere le relazioni e i contratti d’affari, disintossicarsi e depurarsi.

Il corpo dispensa energia; si tende a non ingrassare anche se si mangia di più, le operazioni riescono meglio, le faccende di casa pure, in particolare quelle che hanno a che fare con il pulire, il lavare, lo sciacquare.

E’ il momento giusto per dipingere e laccare (i colori si asciugano meglio), nonché per effettuare tagli ritardanti dei capelli (compresa la depilazione) e per i massaggi rilassanti e disintossicanti.
Al contrario, nel mondo vegetale i succhi si ritirano verso la radice, la terra è più ricettiva: per questo vanno piantate o seminate in luna calante le verdure che crescono sotto terra.

Sono i giorni giusti per effettuare i trattamenti contro i parassiti e contro le erbacce; anche le potature sono favorite; se una pianta o albero non cresce più o è malato, in luna calante si taglia la cima (meglio se verso la luna nuova). Le verdure a foglia (insalate, spinaci, cavolo bianco e rosso) vanno piantate in questa fase.
Lo stesso tipo di energie della luna calante si ritrovano nella fase che segue l’ovulazione, in cui l’ovulo è stato rilasciato, ma non fecondato; è un fase caratterizzata da un enorme rilascio di energia all’interno di sé, che se non viene positivamente incanalata può anche sfociare in una crescente irrequietezza, distruttività, rabbia e frustrazione.

 

Nel 1692 avviene negli Stati Uniti l’ultima impiccagione per stregoneria.

Il 22 settembre del 1792 è il primo giorno del calendario rivoluzionario francese, diventa così il 1° Vendemmiaio dell’Anno I.

Nel 1907 il piroscafo Principessa Jolanda affonda durante il varo.

Nel 1949 l’Unione Sovietica fa detonare la sua prima bomba atomica mentre, nel 1979, viene rilevata da due satelliti Vela il flash di una debole esplosione nucleare nei pressi dell’Isola Bouvet, nell’Atlantico meridionale. Si pensa ad un test nucleare effettuato dal Sudafrica. L’evento viene ricordato come ‘incidente Vela’.

Proverbio salentino: QUANDU LA PIERDI L’AMANTE LA SAI, NO QUANDU LA TIENI ALLI CUMANDI TOI.
In italiano si potrebbe tradurre in questo modo: Quando la perdi l’amante l’apprezzi per ciò che vale, non quando è ai tuoi comandi.

L’uomo, inteso come genere umano, per sua natura è portato a non dare importanza a ciò che ha a disposizione, a cominciare dalla sua salute, così come tende a sottovalutare le persone che gli sono a fianco, si tratti della moglie, del marito, di un familiare, dell’amante, dell’amico o di un collaboratore.
Per cui questo proverbio ci ricorda appunto che quando una persona cara ci viene a mancare oppure si allontana perché da noi trascurata, allora ci accorgiamo del suo reale valore, ma purtroppo a quel punto, di solito  è troppo tardi.
Questo proverbio me lo ripeteva mia madre, tutte le volte che minacciavo di andare via da casa. Già, pensate che c’è stato un tempo in cui erano i figli che minacciavano i genitori di andare via da casa, oggi invece sono i genitori che cercano con tutti i mezzi di mandare fuori di casa i figli mammoni, e spesso non ci riescono, e pure la legge è dalla loro parte. Se fai un figlio devi sostenerlo finché campa, o meglio finché tu campi. E se hai un figlio nullafacente che mette incinta qualcuna, dovrai campare il figlio, il figlio di tuo figlio, e magari la mamma del figlio di tuo figlio.
Che tempi.

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad