DIARIO DEL GIORNO / SABATO 28 SETTEMBRE 2019

| 28 settembre 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è sabato 28 settembre 2019.

San Venceslao. Santa Amalia.

Da questa sera è Luna Nuova.

Questa fase è un momento di passaggio e grande trasformazione, caratterizzato da una forte energia rinnovatrice.
Ad esempio, chi digiuna in luna nuova, previene molte malattie poiché il corpo ha una maggiore capacità di disintossicarsi; è il giorno più propizio per liberarsi dalle cattive abitudini; alberi malati, dopo la potatura (che deve avvenire in luna calante), possono guarire.
Lo stesso tipo di energie della luna nuova si possono ritrovare nella donna nei giorni di flusso mestruale: sono giorni di rilascio di energie e trasformazione, in cui l’energia fisica e quella mentale sono al minimo, affiorano le emozioni e l’estrema sensibilità che caratterizza questi giorni  può rendere il mondo esterno troppo pesante da affrontare.

 

A quanti d’inverno è capitato di dover buttare la cenere del camino? A tutti, praticamente. Invece di incrementare il volume dei rifiuti si può benissimo usarla per concimare le nostre belle piante, perché ha ad esempio fosforo, calcio, magnesio, quindi aumenta i minerali presenti nella terra, quindi favorisce lo sviluppo e la crescita di tutti gli ortaggi e delle piante. Questo perché la cenere è un concentrato di tutti i minerali del legno. Come fosse un cocktail di minerali e salute per la pianta e tutto a costo zero.

I componenti principali del terreno sono:

  • l’argilla, le cui particelle non superano gli 0,002 mm di diametro;
  • il limo, composto da particelle con un diametro compreso tra gli 0,002 e gli 0,2 mm;
  • la sabbia, costituita da granuli con un diametro compreso tra gli 0,2 e i 2 mm;
  • la ghiaia, i cui granuli superano i 2 mm di diametro.

Le proporzioni di questi componenti determinano la struttura del terreno, che prende il nome d’impasto. Il medio impasto, che è il terreno ideale, è costituito dal 20% d’argilla, dal 30% di limo e dal 50% di sabbia. La sabbia è facilmente lavorabile, ma poco impermeabile e non trattiene l’humus. Il limo, e ancor di più l’argilla, è difficile da lavorare, è appiccicoso quando è umido e duro quando è asciutto. Per rendere più granuloso un terreno argilloso si può aggiungere della calce sotto forma di polvere.

Bisogna anche considerare la fertilità, che è la capacità d’un terreno di dare nutrimento ad una pianta che affonda le sue radici in esso. La pianta, attraverso le sue radici, assorbe dal terreno:

  • gli elementi principali, che sono le sostanze che assorbe in maggiore quantità, come l’azoto, il magnesio, il calcio, il fosforo e il potassio;
  • i microelementi (come ferro, zolfo, manganese, zinco, boro ed altri) che sono assorbiti in minore quantità rispetto agli elementi principali. La fertilità totale del terreno è dato dall’elemento che più scarseggia nel terreno.

Il terreno ideale deve essere creato mescolando sabbia (terreno sabbioso) torba e ghiaia (in piccole quantità).Il terreno perfetto in natura esiste solo in pochissimi casi e, anche così non è mai perfetto. In molti casi ,al terreno del vostro giardino potrete aggiungere un po’ di torba per renderlo quasi perfetto, oppure mescolate il 60% circa di sabbia con un 30% di torba e un 10% di ghiaia. Ricordate poi che in ogni caso il terreno perfetto dipende dalla pianta che si vuole piantare.

 

Proverbio salentino: DOPU CA RUBBARA MISERA LI CANCELLI A SANTA CHIARA.
La traduzione letterale è: Dopo che rubarono misero i cancelli a Santa Chiara.
Evidentemente in illo tempore vi era stato un furto nella chiesa di Santa Chiara, non sappiamo se si trattasse della chiesa leccese, quella che si trova  a pochi passi piazza Sant’Oronzo, quello che sappiamo è che dopo che ci fu il  furto fu dotata di un cancello che la proteggesse dai ladri. Protezione inutile in quanto la chiesa era stata spogliata  dei quadri ed i preziosi arredi.
Per cui nella tradizione salentina questo proverbio  viene utilizzato per sottolineare un’azione tardiva e inutile, che non produce alcun effetto positivo.

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad