banner ad

DIARIO DEL GIORNO / MERCOLEDI’ 23 OTTOBRE 2019

| 23 ottobre 2019 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è mercoledì 23 ottobre 2019.

San Giovanni da Capestrano, sacerdote.

 

Il 23 ottobre 1915 moriva Filippo Corridoni, con lui il Socialismo si fece Nazione.

“Morirò in una buca, contro una roccia, nella corsa di un assalto, ma se potrò cadrò con la fronte verso il nemico, come per andare più avanti ancora”.

Questo scriveva mentre era in trincea insieme a tanti altri soldati italiani a difendere con le unghie e con i denti la trincea delle frasche, durante la terza battaglia dell’Isonzo, nella grande forgia umana che fu il conflitto che chiamiamo come Grande Guerra. Le sue spoglie mortali non furono mai trovate, si persero tra le decine di soldati morto cento anni fa.
Ma, probabilmente, le sue idee, il suo pensiero, il suo esempio, continuano incessantemente a perdurare.

Proverbio salentino: CI MANEGGIA FISTEGGIA

Chi maneggia ( si da da fare) festeggia ( porta a casa sempre qualcosa).
La parola maneggiare ha il significato di trattare con le mani, soprattutto materie cedevoli come: la pasta, la creta, la cera.
Ma anche tastare, palpeggiare parti del corpo, soprattutto di animali.
In senso figurativo, come nel nostro caso, viene utilizzato facendo riferimento al denaro, quindi averne continuamente tra le mani, e quindi esercitare un’attività proficua, soprattutto di natura commerciale o finanziaria, avere un largo giro d’affari, farlo fruttare, maneggiare i capitali altrui, amministrarli.
“Chi maneggia, festeggia”  Proverbio del mio paese. Chi amministra il denaro ha da festeggiare perché gli rimane sempre qualcosa. Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale? Penso che i nostri progenitori ne sapessero già qualcosa. Anticipo dei tempi? No, mania secolare!

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad