banner ad

LA POLEMICA / ECCO A CHI VANNO I SOLDI, E PERCHE’ DIETRO L’ AFFAIRE XYLELLA RITORNA IL LATIFONDISMO

| 17 gennaio 2020 | 1 Comment

di Boris Tremolizzo______

Il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano continuano a litigare a mezzo stampa su 300 milioni di euro destinati per i danni legati al disseccamento degli ulivi!

Le associazioni padronali litigano tra di loro su come suddividerli!

Quello che è certo è che:
Ai piccoli proprietari non toccano rimborsi per i danni;

Ai braccianti non tocca una lira;

I soldi andranno, come al solito, a chi li ha già e a quegli stessi sindacati che invitavano a scendere in piazza e che adesso tratterranno la loro brava percentuale da ogni pratica che uscirà dai loro patronati.

Per inciso, parte di questi soldi sono erogati per l’accorpamento dei terreni, cioè per “superare la parcellizzazione” dei terreni…
In parole povere per togliere la terra ai piccoli proprietari e metterla nelle mani dei grandi proprietari!

Sono anni che diciamo che il piano finale di tutta questa storia della così detta emergenza Xylella fosse questo…

Siamo alla resa dei conti dopo oltre sessanta anni: si stanno riprendendo quello che avevamo loro tolto

Inoltre 300 milioni sono pochi, praticamente nulla, per riparare ai danni di dieci anni di fitopatia e a quelli di sessanta anni di cattive pratiche agricole.

Sono pochissimi per ripagare dei sacrifici, del sudore, della fatica, decine di migliaia di famiglie, generazioni e generazioni di contadini di un’intera provincia che in questi anni hanno perso tutto.

300 milioni, accompagnati alla distruzione totale dell’agricoltura salentina, sono abbastanza per far arricchire qualcuno sulle spalle di tutti gli altri… Su questo, Emiliano, Bellanova, Fitto, associazioni padronali e sindacati non litigano: sono tutti d’accordo!

Inoltre, un’ultima annotazione specifica, su un aspetto paradossale. Il ministro Bellanova da un lato spende 500 milioni di euro per progetti sul risparmio idrico, dall’altro poi però obbliga i contadini a impiantare specie da intensivo e super-intensivo che hanno bisogno di irrigazioni continue ed abbondanti.
Questo è solo l’ennesimo segnale di mancanza di senno da parte di una classe politica che si barcamena in completa balia degli interessi delle lobby senza avere la minima idea di quello che fa e senza dare alle sue scelte nessuna direzione.
E Teresa Bellanova è la più inquietante maestra di questa scuola.______

Boris Tremolizzo è attivista del Popolo degli Ulivi

Category: Cronaca, Politica

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Gino Ancona ha detto:

    Il COdiRO è solo un sintomo di quella terra morente uccisa dall’economia di profitto.
    Il Salento andrebbe evacuato.
    L’emergenza xylella è stata inventata per coprire il vero disastro facendone un altro e così da poter continuare tranquillamente a trarre profitto sulla pelle della gente che è complice del disastro stesso e il turismo ne è un apparente insospettabile esempio.
    (Gino Ancona)

Lascia un commento

banner ad
banner ad