DIARIO DEL GIORNO / GIOVEDI’ 27 FEBBRAIO 2020

| 27 febbraio 2020 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è giovedì  27 febbraio 2020.

San Leandro.

 

Ripassino di storia. 27 febbraio 380. Editto di Tessalonica, con cui l’imperatore d’Oriente Teodosio I e i colleghi d’Occidente Graziano e Valentiniano II dichiarano la religione cristiana l’unico culto ammesso all’interno dell’Impero Romano.

 

Proverbio salentino: IESTI CEPPONE CA PARE BARONE.
La traduzione letterale è: vesti un grosso ceppo in modo tale che sembri un barone.
Ossia, se si prende un uomo basso,  tozzo, sgraziato, che ricorda un ceppo di albero, e gli si fa indossare un vestito elegante e costoso, alla fine sembrerà un nobiluomo, un aristocratico, un barone appunto.
Certo non avrà l’eleganza di un principe, la grazia di un duca, ma sicuramente potrà essere scambiato per un barone.
Quello di barone era il  “più basso” dei titoli feudali.
Questo proverbio ne ricorda un altro, che abbiamo pubblicato tempo addietro, e che così recitava: e cussì tecia la mamma e cussì tecia lu tata ca pe come ai astuta peccussì si carculata.
Questi proverbi non sono mai stati attuali come ai giorni nostri, in cui la cultura dell’immagine regna incontrastata.

Category: Costume e società

Lascia un commento