DIARIO DEL GIORNO / GIOVEDI’ 17 SETTEMBRE 2020

| 17 settembre 2020 | 0 Comments

Buongiorno! Oggi è giovedì 17 settembre 2020.

La Chiesa celebra le Stimmate di San Francesco.

A Milano il nostro amico poeta e Maestro Tomaso Kemeny compie 82 anni: auguri!

 

Da questa mattina è Luna Nuova.

Questa fase è un momento di passaggio e grande trasformazione, caratterizzato da una forte energia rinnovatrice.
Ad esempio, chi digiuna in luna nuova, previene molte malattie poiché il corpo ha una maggiore capacità di disintossicarsi; è il giorno più propizio per liberarsi dalle cattive abitudini; alberi malati, dopo la potatura (che deve avvenire in luna calante), possono guarire.
Lo stesso tipo di energie della luna nuova si possono ritrovare nella donna nei giorni di flusso mestruale: sono giorni di rilascio di energie e trasformazione, in cui l’energia fisica e quella mentale sono al minimo, affiorano le emozioni e l’estrema sensibilità che caratterizza questi giorni  può rendere il mondo esterno troppo pesante da affrontare.

 

Nel 1787, a Filadelfia, viene firmata la Costituzione degli Stati Uniti, la legge suprema.

La Costituzione, dopo la sua adozione da parte della convenzione di Filadelfia, creò un governo maggiormente unificato e venne ratificata da “Convenzioni” convocate in ognuno dei tredici stati membri dell’epoca.

Il primo stato a ratificare la Costituzione, modello per tutte quelle adottate successivamente dalle altre nazioni del mondo, fu il Delaware.

La Costituzione degli Stati Uniti è tuttora in vigore ed una copia della stessa è gelosamente conservata negli Archivi Nazionali di Washington.

 

Proverbio salentino: MPARATE L’ARTE E MINTILA TE PARTE
Impara l’arte e mettila da parte.
Di questo proverbio ce ne sono versioni un po’ in tutte le regioni, ed anche in italiano.
Veniva ricordato dai genitori ai figli, ai quali si cercava di dare quanti più strumenti possibili. Imparare tante cose voleva dire poter attingere durante tutta la propria vita a quel patrimonio di conoscenze delle quali ci si era appropriati sopratutto nell’età giovanile.
E così coloro che seguivano quegli insegnamenti non restavano mai senza lavoro.
Oggi al proprio figlio si dice di procurarsi una laurea, ma purtroppo con quella spesso non riesce a procurarsi il necessario per vivere, e così i ragazzi con in tasca  la laurea sono costretti ad emigrare, esattamente come fecero tanti nostri conterranei, che erano senz’arte né parte, alcuni decenni fa.
A questo punto ci viene spontaneo chiederci: meglio la laurea, il pezzo di carta , o imparare l’arte e metterla da parte?
________________________________________

Poi c’è una spiegazione un po’ più spirituale…..che abbiamo trovato in giro, ci è piaciuta e  la sottoponiamo alla vostra attenzione.

Conoscete il vero significato di questo proverbio..?
La spiegazione ufficiale dice che è bene imparare molte cose..così prima o poi nella vita ti torneranno utili..
Questa è la spiegazione popolare..ma ce n’è un’altra..più sottile..che viene da chi ha inventato il proverbio..che sicuramente era un uomo di vera conoscenza…

Diventa esperto in un argomento..e poi..ragiona come e tu non sapessi niente..!
Il più grande arciere è quello che si è dimenticato come è fatto un arco..e pure di come si lancia una freccia..in quanto ormai non ha più necessità di lanciare nulla..il bersaglio è già stato raggiunto..

Quando camminiamo non pensiamo a quali muscoli azioniamo..lo facciamo e basta..abbiamo imparato come si fa dopo lunghi sforzi..e adesso camminiamo senza pensarci..abbiamo messo da parte la tecnica..la teoria..
Così in tutte le cose..
Il musicista compone dopo aver imparato la musica..ma ascolta il cuore..così il pittore..

Chi rimane attaccato all’arte..è un pedante..non otterrà nulla…mentre chi la metterà da parte avrà il premio..diverrà Maestro..legge a sé stesso..
Ma prima l’arte bisogna impararla..c’è poco da fare..non ci sono scorciatoie..e..

La via diretta non è la più breve…

Category: Costume e società

Lascia un commento