“…Giornale radio, ieri 29 settembre…”

| 30 settembre 2020 | 2 Comments

di Elena Vada______

Ti voglio bene Direttore,

ma, malinconia e rimpianti, non sono di moda.
Come il “29 settembre”, passeranno altri giorni, e poi mesi, anni. Certo, “quel 29 settembre”, cantata degli Equipe84, nel 1967,  rimane la colonna sonora di uno spensierato, ma impegnato periodo. Un ossimoro? No, parlo della gioventù di molti di noi, oggi “matusa”.

Come direbbe Cocciante, è una “Celeste Nostalgia”, che ci teniamo cara, insieme al ricordo del primo bacio, del primo filarino, del primo schiaffone di papà, per il ritardo serale (coprifuoco: mezzanotte, come Cenerentola). È il ricordo di battaglie combattute e … chissà se  vinte da altri, al posto nostro? Non mi risulta.

Altri tempi, che fanno sorridere i nipoti.
Comunque, da zia matura, consiglio di non “cogliere” sorrisi al bar, per accorgervi d’amare il vostro partner.
Le corna, sono sempre “corna”, anche nel “Settembre 2020!”.______

Cara Elena,

anche io ti voglio bene, e se lo dici tu, che non sono più di “moda”…

Un po’ di Celeste nostalgia solo per te, allora, ma col sorriso sulle labbra…

Per quando, eravamo ragazzi, in quella Torino che ancora non conoscevo, aspettavo ogni settimana con ansia l’uscita del giornalone con gli annunci in cui c’era un solo articolo, un acquerello sempre delizioso, il tuo, che ti firmavi con uno pseudonimo, e solo anni dopo scoprii che eri tu…O di quando volevi fondare un settimanale che doveva rinverdire i fasti del Borghese e mobilitasti l’Italia intera…

O per quel call center con cinquanta  signore e signorine 24/H dentro di cui eri responsabile tu e in cui a me era severamente proibito l’accesso…E sorrido: era giusto così!

 

…Le battaglie non si perdono, si vincono sempre.

 

E ora, sorridiamo al futuro…Sì, non pensiamo più al passato, allora, e nemmeno al domani: ma al dopo domani.

Giuseppe Puppo______

LA RICERCA nel nostro articolo di ieri

“…Nella ricorrenza del 29 settembre…”

 

 

Category: Costume e società, Cultura

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Elena ha detto:

    Grazie!

  2. Elena Vada ha detto:

    Sono sempre la stessa: volitiva, combattiva. Piena di entusiasmo, ed energia. Positiva ed ottimista, verso il prossimo ed il futuro, nonostante le delusioni ed i capitomboli. Forse Donchisciottesca. Ma, come togliermi, originalità, fantasia, creatività?
    Mi uccideresti!
    La vitalità che sprigiono, è coinvolgente, sprona altri, (anche giovani increduli e diffidenti) a guardare “oltre la siepe”. Tutto questo, a volte, mi logora, ma mi fa sentire viva, vera, nonostante i capelli bianchi.
    Si possono contenere i “cicloni” o fermare i “mulini a vento”???

    Ogni giorno, è una sfida, che tutti, dobbiamo affrontare e, possibilmente, vincere.

    Per me, domani, sarà un successo. Sicuramente, un successo!

Lascia un commento