DIARIO DEL GIORNO / MERCOLEDI’ 21 OTTOBRE 2020

| 21 ottobre 2020 | 1 Comment

Buongiorno! Oggi è mercoledì 21 ottobre 2020.

Sant’Orsola.

A Lecce la scrittrice Alessandra Politi compie 48 anni: auguri di buon compleanno!

Sant’Orsola, vissuta tra il IV e il V secolo, è una santa della Chiesa cattolica. Figlia di un sovrano bretone e giovane di eccezionale bellezza venne promessa in sposa ad un principe pagano, ma, essendosi segretamente consegnata a Dio, chiese di poter rimandare la decisione nella speranza di una conversione da parte del futuro marito.

Poco prima delle nozze decise di partire insieme ad undicimila vergini e dall’Inghilterra attraversò la Manica, il Reno, giunse a Colonia e poi proseguì fino a Basilea ed infine a Roma dove venne accolta dal Papa. Successivamente ritornò in patria seguendo la stessa via del viaggio d’andata. Giunta a Colonia insieme alle undicimila vergini vi trovò Attila che aveva occupato la città. Le vergini vennero trucidate e solo lei venne risparmiata poiché Attila ne aveva notato la straordinaria bellezza. Ma al rifiuto di Orsola di sposare Attila questi la fece uccidere a colpi di freccia.

 

21 ottobre 2001 – Viene presentato il primo iPod.
21 ottobre 2010 – La Birmania viene denominata ufficialmente Repubblica dell’Unione di Myanmar.

Proverbio salentino: UARDATE TE LI PEZZENTI RICCUTI
Guardati dai pezzenti arricchiti.
Perché guardano con disprezzo ciò che erano un tempo, quello che non vogliono tornare ad essere e, a torto, credono che disprezzando i miseri riescano a scongiurare questa possibilità.
Questo proverbio mi ricorda il periodo in cui  trascorsi qualche anno al Nord, la maggiore ostilità la incontrai proprio in quei meridionali che qualche anno prima si erano trasferiti al Nord.
Costoro nel tentativo di far dimenticare le proprie origini la prima cosa che fanno è quella di tentare di parlare come la gente della nuova comunità dove si sono insediati, dando origine a quegli strani idiomi con i quali  l’attore Abatantuono ci divertì nei suoi film di qualche anno fa.

Category: Costume e società

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Elena Vada ha detto:

    Le versioni dialetto-italiano, o, meglio ancora, da dialetto a dialetto, con relative inflessioni e modi di dire… sono esilaranti!!! Ora c’è pure un un po’ d’inglese informatico. Scriviamo un nuovo film….ci producono, di sicuro!

Lascia un commento