DIARIO DEL GIORNO / MERCOLEDI’ 4 NOVEMBRE 2020

| 4 novembre 2020 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è mercoledì 4 novembre 2020.

La Chiesa festeggia San Carlo Borromeo, fra i massimi esponenti della Controriforma.

Buon onomastico ai nostri amici e ai nostri lettori che  portano questo nome!

A Copertino la nostra amica Erika Prenner, attrice della compagnia  Scena Muta, compie 60 anni: buon compleanno!

In Italia è la giornata delle Forze armate.

Il 4 novembre è stata istituita nel 1919. Fino al 1976 è stata un giorno festivo a tutti gli effetti. Dal 1977 in poi, a causa di una riforma del calendario delle festività nazionali introdotta per ragioni economiche con lo scopo di aumentare il numero di giorni lavorativi con la legge 5 marzo 1977 n. 54, è stata resa “festa mobile”.

In occasione del 4 novembre e dei giorni immediatamente precedenti le più alte cariche dello Stato rendono omaggio al Milite Ignoto presso l’Altare della Patria a Roma, e si recano in visita al Sacrario di Redipuglia, dove sono custodite le salme di centomila caduti nella guerra del ’15-’18, nonché a Vittorio Veneto, la località in cui si svolse l’ultimo confronto militare della Grande Guerra fra Esercito italiano ed esercito austro-ungarico.

Le celebrazioni più importanti si tengono a Trento, Trieste e Roma.

4 novembre 1918. Cento e due anni fa. Prima guerra mondiale: il Bollettino della Vittoria annuncia che l’Impero Austro-ungarico si arrende all’Italia, in base all’armistizio firmato a Villa Giusti, nei pressi di Padova. Con il successivo trattato di Saint-Germain-en-Laye, l’Italia completa l’unità nazionale con l’annessione di Trento e Trieste.

 

Proverbio salentino: QUANDU LU CIUCCIU RAGGHIA ETE CU CHIAMA lA PAGGHIA, QUANDU L’OMENU SUSPIRA ETE LA FIMMENA CA LU TIRA
Quando l’asino raglia è perché vuole la paglia, quando l’uomo sospira è la femmina che lo attrae.
Non credo ci siano bisogno di commenti.

Category: Costume e società

Lascia un commento