DIARIO DEL GIORNO / MERCOLEDI’ 6 OTTOBRE 2021

| 6 ottobre 2021 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è mercoledì 6 ottobre 2021.

San Bruno.

Buon onomastico alle nostre amiche e lettrici, ai nostri amici e lettori, che portano questo nome!

 

Da questo pomeriggio è Luna Nuova.

Questa fase è un momento di passaggio e grande trasformazione, caratterizzato da una forte energia rinnovatrice.

Ad esempio, chi digiuna in luna nuova, previene molte malattie poiché il corpo ha una maggiore capacità di disintossicarsi; è il giorno più propizio per liberarsi dalle cattive abitudini; alberi malati, dopo la potatura (che deve avvenire in luna calante), possono guarire.
Lo stesso tipo di energie della luna nuova si possono ritrovare nella donna nei giorni di flusso mestruale: sono giorni di rilascio di energie e trasformazione, in cui l’energia fisica e quella mentale sono al minimo, affiorano le emozioni e l’estrema sensibilità che caratterizza questi giorni  può rendere il mondo esterno troppo pesante da affrontare.

 

 

Ai nostri lettori con il pollice verde, si consiglia tutto quanto segue, entro la fine del mese.

Liberate le aiuole, concimate, vangate e lasciate che il gelo maturi il terreno. Incartate e legate i gobbi per l’imbianchimento. Proseguite anche nell’imbianchimento di indivie, radicchi, sedani e finocchi. Raccogliete i frutti di stagione, riponendo le noci in luogo asciutto e arieggiato e le castagne, chiuse in busta e già incise, in congelatore. Mettete a dimora arbusti di tutti i tipi, piante aromatiche perenni, siepi e alberi da frutto.

Semine in terreno aperto: piselli, spinaci, fave, valeriana, cicorie; aglio, cipolle, porri e scalogni. Attenti ai parassiti animali, specialmente alle lumache di ogni tipo.
Raccogliete i bulbi sfioriti riponendoli in ambiente adatto, e mettete a dimora quelli a fioritura primaverile. Riponete in ambiente con sufficiente luce ed aria le piante in vaso per svernare, ricordando di innaffiarle ogni 10-15 giorni. Preparate i terricci. Fate talee e margotte.

Il 6 ottobre del 1938 il Gran Consiglio del Fascismo sulle leggi razziali pubblica la “Dichiarazione sulla razza” che costituisce uno dei principali documenti dell’ orrore delle leggi razziali promulgate dal fascismo.

La “Dichiarazione della razza” venne pubblicata sul Foglio d’Ordine del Partito Nazionale Fascista in data 26 ottobre 1938 e successivamente adottato dal regio decreto legge del 17 novembre 1938. Nel corso dell’estate e dell’autunno del 1938 ci furono molti decreti firmati da Mussolini e poi promulgati dal re Vittorio Emanuele III tutti inerenti la questione ebraica.

 

Proverbio salentino: CI CU LE MANU SOI L’ECCHI SE CACCIA, TOCCA CU SE LA PIGGHIA CU PACIENZA

Insomma: chi causa del suo mal è, pianga sé stesso.

Category: Costume e società

Lascia un commento