DIARIO DEL GIORNO / SABATO 9 OTTOBRE 2021

| 9 ottobre 2021 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è sabato 9 ottobre 2021.

San Dionigi.

Il 9 ottobre del 1963, a causa di una frana staccatasi dal pendio del Monte Toc e precipitata fino al bacino idroelettrico artificiale di recente costruzione del torrente Vajont, ci fu una tracimazione dell’acqua contenuta nel bacino chiuso da una diga che prendeva il nome dal torrente che andava ad interrompere, Vajont come detto.

Il superamento della soglia di sicurezza della diga provocò l’inondazione e la conseguente distruzione degli abitati che si trovavano a fondo della valle del Vajont coinvolgendo i comuni di Erto, Casso e Longarone e causando la morte di 1917 persone. Il disastro è da ricondurre alla negligenza dei progettisti che occultarono volutamente la non idoneità del versante del Monte Toc, troppo spesso soggetto a frane e smontamenti, reso ancora più debole e friabile dalla pressione dell’acqua del bacino.

 

Proverbio salentino: LU LATRU FINU NNU RUBBA LU VICINU
Il ladro sottile (intelligente) non ruba il vicino.
Chi ruba per tutta una serie di motivi, deve operare lontano di casa sua, per tutta una serie di motivi che è facile intuire.
Se lo facesse sarebbe il primo ad essere sospettato, non potrebbe più contare sull’aiuto del vicinato.
Altro canto la cronaca e la cinematografia ci hanno fatto vedere tante volte che nei quartieri dove vivono criminali intelligenti, questi  fanno in modo che tutto funzioni a dovere e chela gente che vive in quel posto non abbia a lamentarsi di nulla.
Le sparatorie, le rapine, i furti vanno compiuti lontano dalla loro comunità,  in questo modo il cittadino comune si sente protetto e garantito dalla presenze di questi criminali.

Category: Costume e società

Lascia un commento