DIARIO DEL GIORNO / SABATO 2 APRILE 2022

| 2 Aprile 2022 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è sabato 2 aprile 2022.

San Francesco da Paola e San Abbondio. Ma c’è ancora qualcuno che si chiama come il mitico curato di manzoniana memoria?

Auguri affettuosi a Raffaele Polo, giornalista, scrittore, critico letterario e animatore culturale, nostro amico e collaboratore, che oggi festeggia il suo settantesimo compleanno.

Sempre a Lecce il dottore commercialista Antonio Tondo compie 32 anni: tanti auguri di buon compleanno!

 

 

Per i nostri amici e lettori col pollice verde, vediamo quali sono i lavori da fare nel corso del mese appena entrato.

Lotta alle erbe infestanti e ai parassiti animali e vegetali.  Trattamenti pre e post floreali agli alberi da frutto. Controllate i nuovi impianti e assicurate i giovani germogli degli innesti con opportune legature. Concimate e ridate terra ad asparagi, agli e a carciofaie.

ORTO. Nelle ore più calde date aria alle coltivazioni al coperto. Munite di sostegno i piselli. Continuate a preparare il terreno per le colture estive. Fate acclimatare le nuove piantine destinate ad essere interrate. Semine in ambiente protetto: continuate come per il mese di Marzo, passando progressivamente alle semine in terreno aperto verso la terza decade del mese. Semine e trapianti in terreno aperto: lattughe di ogni genere, cicorie da taglio, ravanelli e rucole; fagiolini nani e rampicanti; a mese inoltrato iniziate a trapiantare zucchine, cetrioli, meloni, cocomeri; pomodori, melanzane, peperoni; sedano e basilico; granturco da orto.

GIARDINO. Interrate bulbi e rizomi a fioritura estiva. Sfalciate regolarmente il tappeto erboso. Potate gli arbusti sfioriti. Eseguite le necessarie colmature ai vasi da portare all’esterno. Trapiantate tutte le varietà semirustiche a decorso annuale: campanelle, astri, begonie, petunie e zinnie.

 

2 aprile 2005.  Venti muniti a mezzanotte circa, muore Papa Giovanni Paolo II. Quando viene data la notizia ufficiale, migliaia di persone si raccolgono spontaneamente davanti alla Basilica di San Pietro, con il pensiero rivolto ad un’esclamazione condivisa che diventerà famosa, ‘Santo subito!’.

La veglia di preghiera si svolge senza sosta fino ai funerali, celebrati giorno 8.

 

Proverbio salentino: CCHIU FORTE CHIOE CCHIU PRESTU SCAMPA
Più forte piove più presto spiove.

 

Category: Costume e società

Lascia un commento