DIARIO DEL GIORNO / MARTEDI’ 12 APRILE 2022

| 12 Aprile 2022 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è martedì 12 aprile 2021.

San Zeno.

 

Martedì santo.

Iniziando una nostra ricognizione sui simboli e sui miti legati alla Pasqua, più dell’ uovo, legato comunque alla tradizione, e usato intero in tanti dolci regionali italiani, vediamo meglio la colomba, sulla cui forma e immagine sono modellati prodotti tipici, più che altro oramai industriali.

Essa rappresenta lo spirito santo, anche se fra i cristiani delle origini era più legata alla figura di Cristo.

Su molte lucerne dei secoli antichi è incisa una colomba posata su un calice e adorata da colombelle, agnellini e  pesciolini: icona del Cristo che offre ai fedeli l’ Eucarestia.

Anche nel Medioevo la colomba continuò a simboleggiare il Cristo, come attestano molti testi di Bestiari divini: La colomba significa Gesù, figlio di Maria, e noi siamo le sue colombe”.

 

12 aprile 1973. Milano. Durante una manifestazione non autorizzata, due militanti di estrema destra Vittorio Loi e Maurizio Murelli lanciano alcune bombe a mano contro la polizia. L’agente Antonio Marino resta ucciso. Il ‘giovedì nero’ di Milano, uno degli episodi più tristi dei tanti di violenza dei così detti “anni di piombo”.

 

Proverbio salentino: MPARATE L’ARTE E MINTILA TE PARTE
Impara l’arte e mettila da parte.
Di questo proverbio ci sono versioni un po’ in tutte le regioni, ed anche in italiano.
Veniva ricordato dai genitori ai figli, ai quali si cercava di dare quanti più strumenti possibili. Imparare tante cose voleva dire poter attingere durante tutta la propria vita a quel patrimonio di conoscenze delle quali ci si era appropriati sopratutto nell’età giovanile.
E così coloro che seguivano quegli insegnamenti non restavano mai senza lavoro.
Oggi al proprio figlio si dice di procurarsi una laurea, ma purtroppo con quella spesso non riesce a procurarsi il necessario per vivere, e così i ragazzi con in tasca  la laurea sono costretti ad emigrare, esattamente come fecero tanti nostri conterranei, che erano senz’arte né parte, alcuni decenni fa.
A questo punto ci viene spontaneo chiederci: meglio la laurea, il pezzo di carta , o imparare l’arte e metterla da parte?

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento