DIARIO DEL GIORNO / LUNEDI’ 9 MAGGIO 2022

| 9 Maggio 2022 | 0 Comments

Buongiorno!

Oggi è lunedì 9 maggio 2022.

Sant’Isaia.

 

Da questa notte Luna in Primo Quarto.

Da sempre l’uomo, per garantirsi la sopravvivenza, è vissuto in costante armonia con i molteplici ritmi della luna; molti monumenti significativi dell’antichità dimostrano quanta importanza gli antichi attribuissero all’osservazione e all’influenza degli astri e della luna.
Darwin, nella sua “Origine dell’uomo”, dice: l’uomo, come le belve e persino gli uccelli, è soggetto a quella misteriosa legge per la quale certi processi normali quali la gravidanza, la crescita delle piante, la maturazione dei frutti, e il decorso delle malattie, dipendono dai periodi lunari.
I nostri antenati avevano infatti scoperto che:
– molti fenomeni della natura (maree, nascite, ciclo mestruale, …) sono in relazione col corso lunare
– molti animali si regolano con la posizione della luna: ad es., gli uccelli raccolgono il materiale per i loro nidi solo in certi periodi, perché i nidi si asciughino più in fretta dopo la pioggia
– numerose attività quotidiane, come cucinare, mangiare, tagliarsi i capelli, lavorare in giardino, potare, concimare, lavare, fare uso di medicinali, raccogliere erbe medicinali sono soggetti ai ritmi lunari.

Quando la luna è fra terra e sole, noi non la vediamo: ci mostra la sua faccia scura. E’ luna nuova.
Poi la parte luminosa compare e aumenta (luna crescente) fino ad arrivare alla luna piena. Poi decresce (luna calante) fino a tornare alla fase di luna nuova.
A ogni fase della luna corrisponde nella natura un diverso stato energetico.

 

Come detto, siamo in Luna in Primo Quarto, cioè Luna crescente: questa fase è un momento di potenziamento e rigenerazione: il corpo accumula forza ed energia.

E’ un buon periodo per fare progetti, prendere iniziativa, socializzare. Si ingrassa più facilmente, le ferite tardano a guarire, ciò che viene somministrato al corpo per la rigenerazione e il rafforzamento funziona doppiamente; sono giorni giusti anche per i massaggi rigenerativi e rinforzanti.

La biancheria, con la stessa quantità di detersivo, non si pulisce come in luna calante.

In luna crescente e luna piena nascono più bambini.
La terra si comporta al contrario: tutto fluisce, cresce, prolifica; i succhi risalgono, predomina la crescita in superficie.

Per questo, le piante e verdure che crescono in superficie vanno piantate o seminate in luna crescente, con l’eccezione delle verdure a foglia (insalate, spinaci, cavolo bianco e rosso) che vanno piantate in calante.

Sono i giorni giusti per rinvasare e trapiantare, innestare alberi da frutto.
Lo stesso tipo di energie della luna crescente si ritrovano nella fase che segue le mestruazioni: l’energia è più dinamica, è creativa, si è sessualmente più disposti, ci si sente più attraenti.

 

 

1978. Come oggi, quarantaquattro anni fa, a Roma, veniva ritrovato il cadavere di Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse.

A Cinisi, quello del giornalista Peppino Impastato, ucciso dalla mafia.

 

 

Proverbio salentino: QUANDU LU CIUCCIU NU BOLE CU BIE MACARI CA FISCHI
Quando l’asino non vuole bere  è inutile che fischi.

Il carrettiere quando era nei pressi di una fontana o “te nnu pelune”, vasca di pietra colloca a fianco del pozzo, fischiava tentando di incoraggiare l’asino a bere, perché c’era il rischio per il resto della giornata non ci sarebbero state più occasioni per farlo.
I carrettieri erano consapevoli che la musicalità del fischio tranquillizzava l’animale che si rilassava ed era portato ad abbeverarsi con tranquillità ed abbondantemente.
Ma quando l’asino decideva di non bere, non c’era nulla che lo potesse convincere, d’altro canto la testardaggine  dell’asino è proverbiale, per cui il carrettiere si spolmonava inutilmente.
Quindi, così come l’asino quando decide di non fare una cosa è inutile insistere, allo stesso modo succede con le persone, per cui il detto ammoniva colui che aveva a che fare con persone testarde e lo invitava a non sprecare fiato.

 

 

Category: Costume e società

Lascia un commento