PISTORIUS…” LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI”, PURE IN SUD AFRICA

| 12 settembre 2014 | 0 Comments

“Uccise la fidanzata, ma per errore (??!!)”, così una “stimatissima” giudice sudafricana ha deciso di rubricare il clamoroso assassinio di Reeva Steenkamp ad opera di Oscar Pistorius.
La prima, miss Sud Africa di notevole bellezza, era la fidanzata del campione “bionico” Pistorius.
Stranissima coppia, non solo per ovvi motivi “fisici” ma, sembra, pure per quelli caratteriali che, peraltro, non credo possano interessare.
Fatto sta che la notte di San Valentino (ricorrenza non casuale) il famoso Pistorius sparò 4 colpi di pistola attraverso la porta chiusa del bagno e la bellissima Reeva ci restò secca.
Testimonianze dirette parlarono di una lite furiosa tra i due e di urla di donna in pericolo.
Lui, l’uomo senza gambe ma con la mano armata, dichiarò di aver corso (??)  verso il bagno chiuso perché convinto che vi si trovasse un ladro e di aver sparato per proteggere la fidanzata.
Eh…, la giudice “stimatissima” gli ha dato ragione : essendo “sensibile causa la condizione fisica”, Pistorius ha avuto una reazione “negligente” alla fantomatica minaccia di un ladro e pure nella successiva gestione del tragico evento.
Ah….le grida non erano della povera Reeva che vedeva la sua vita in pericolo ma dello stesso Pistorius che si era reso conto “dell’errore”.
A parte il fatto che dovrebbero essere distinguibili le urla di un uomo da quelle di una donna, i testimoni parlarono di spari “successivi” alle grida, non viceversa.
Tant’è…..già “l’uomo bionico” è stato di fatto assolto dall’accusa piú grave della premeditazione: nessuna lite per gelosia, nessuna volontà omicida…., tutt’altro.
Pistorius non è che inseguì Reeva in preda all’ira e pazzo di gelosia per ammazzarla….nooo…., lui braccava (senza averlo visto) il malvivente che voleva far male alla sua adorata fidanzata e che faceva “rumore” dietro la porta della toeletta (ma che…, era entrato in casa e poi gli era venuto di andare in bagno ??).
Tutto il resto fu conseguenziale: dai 4 spari mortali alle grida per “l’errore” scoperto ed a tutti i comportamenti successivi.
Storia (storiella) già andata in scena parecchi anni fa negli Usa quando il famoso O.J. Simpson massacrò la compagna e la fece franca….per la giustizia “terrena”.
Ascolto, quasi in diretta, la sentenza: omicidio colposo e pena da quantificare.
(In)giustizia é fatta: la legge é uguale per tutti….pure in Sud Africa.

Vincenzo Mannello

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento