NEANCHE LA PROVVIDENZA DIVINA / IL RIESAME CONFERMA L’ ARRESTO DI ANTONIO AZZOLINI, LA GIUNTA DEL SENATO RINVIA LA DECISIONE

| 2 luglio 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Erano attese oggi due decisioni oggi in merito al caso del crack di cinquecento milioni di euro delle case sanitarie della  ‘Divina Provvidenza’ per cui, fra gli altri, la procura della Repubblica di Trani lo scorso 10 giugno aveva chiesto l’ arresto del senatore Antonio Azzolini (nella foto), 62 anni, di Molfetta, del Nuovo Centro Destra.

Oggi il Tribunale del Riesame di Bari ha rigettato la richiesta di revoca degli arresti domiciliari presentata dai suoi legali.

Come è noto, la misura cautelare non era diventata esecutiva, perché, in base alle normative vigenti, necessita del ‘via libera’ della Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato.

Anche questa seconda decisione, a questo punto decisiva, era attesa per questa sera. Ma non è arrivata, perché il presidente e relatore Dario Stefano, di Sel, ha addotto motivazioni tecniche, “procedurali”, come le ha definite, per rinviarla alla prossima settimana.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento