ASPORTA DATI SENSIBILI DA UN’ AGENZIA DI ASSICURAZIONI LECCESE, DOPO ESSERE STATO SOSPESO DAL LAVORO, E FINISCE AGLI ARRESTI DOMICILIARI

| 30 Luglio 2015 | 0 Comments

(t.l.)______Giornata nerissima per un impiegato di un’ agenzia assicurativa leccese, G.D., 40 anni. Prima ha scoperto di essere stato licenziato. Poi, certo per una specie di vendetta, ha rubato un hard disk con dati sensibili, ed è scappato. Infine, è stato arrestato.

Questa mattina il giovane, arrivato sul posto di lavoro, si è vista presentare una lettera dell’ azienda, da cui apprendeva di essere stato sospeso  con effetto immediato, per questioni disciplinari, in quanto gli veniva contestato di aver prelevato arbitrariamente notizie riservate di archivio informatico.

Prima di andare via, però, si impossessava della memoria di un computer aziendale e lo nascondeva nel borsello, spintonando per giunta un collega intervenuto al momento.

Nessuno riusciva a bloccarlo, e pertanto poteva allontanarsi indisturbato, a bordo della sua auto.

Poco dopo però arrivavano i poliziotti della volante allertati dai responsabili dell’ agenzia, che si mettevano subito sulle sue tracce.

Dopo un’ ora e mezzo circa, lo rintracciavano a casa sua, mentre era intento a riversare i dati sensibili dall’ hard disk rubato  su quello del suo computer.

I poliziotti provvedevano a sequestrare tutto e ad arrestare il giovane per rapina impropria.

Il magistrato di turno ha disposto per lui i domiciliari.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento