NUOVI GUAI PER UN PIRATA DELLA STRADA. ERA AI DOMICILIARI MA SPACCIAVA STUPEFACENTI

| 2 settembre 2015 | 0 Comments

Torsello Francesco, 30enne di Tricase (Le), nello scorso mese di marzo dopo un litigio aveva fatto cadere un 45enne dalla bici e l’aveva travolto. Lo aveva lasciato esanime sull’asfalto ed era scappato via. Subito dopo era stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri della locale Compagnia e da allora era ristretto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, dove stava scontando una pena a 10 mesi di reclusione. Le successive indagini dei Carabinieri della Stazione di Specchia (Le) hanno permesso di accertare che Torsello Francesco gestiva un discreto giro di spaccio di “droga”, proprio dall’interno della sua abitazione. Per tale motivo i Carabinieri, oltre a denunciarlo per spaccio di stupefacenti, avevano chiesto la revoca del beneficio degli arresti domiciliari in favore della detenzione in Carcere. Oggi 02.09.2015, nel corso dell’esecuzione dell’ordinanza di revoca degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Lecce, i Carabinieri di Specchia (Le) l’hanno trovato in possesso di circa 8 gr. di eroina, 2 gr. di hashish, un bilancino digitale di precisione e attrezzatura varia atta al confezionamento dello stupefacente. Dagli elementi raccolti sul posto è emerso che la sostanza stupefacente era molta di più ma era già stata smerciata. Per tale motivo, oltre che per l’ordinanza di revoca, Torsello Francesco è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, confermando in pieno l’ipotesi accusatoria dei Carabinieri di Specchia sul tipo di attività “avviata” nella sua abitazione. L’arrestato è stato associato al carcere di Lecce.

Category: Cronaca

Lascia un commento