UN MERCATO DI ALTO LIVELLO PER UNA PIAZZA CHE HA RITROVATO L’ENTUSIASMO: IL RESOCONTO POSITIVO DEL MERCATO ESTIVO DEL LECCE

| 2 settembre 2015 | 0 Comments

Di Laura Ricci_______

Era un Lecce da perfezionare e rimodellare, ci si aspettavano dei cambiamenti nella rosa giallorossa ma quella messa in atto dalla nuova società salentina e dal Direttore Sportivo Trinchera è  una vera e propria rivoluzione.

Iniziare dalle basi- L’aveva detto chiaramente l’avvocato Sticchi Damiani, affiancato da Corrado Liguori, che si sarebbe partiti dalle fondamenta del gruppo, per poi costruirci sopra con nuovi innesti. Ed è iniziato proprio così: confermati Salvi, Papini, Moscardelli e Lepore, coloro che nella caotica stagione appena trascorsa si sono distinti per serietà e attaccamento alla maglia.

Reparto per reparto- Trinchera si è mosso sapientemente sul mercato, selezionando giocatori in base ai ruoli che questa squadra ha bisogno di rinforzare. Nessun calciatore scelto per il nome, ma solo giocatori dal passato importante e conformi alla mentalità di mister Asta, anche lui parte del nuovo progetto.

La difesa- Completamente rimaneggiato il reparto difensivo, con le partenze di Diniz, Mannini, Lopez e Vinetot e l’arrivo di Gigli, Lo Bue, Camisa, Freddi, Liviero, Cosenza e Legittimo. Confermati Beduschi e Abruzzese. È un bel rischio quello di proporre una difesa completamente inedita che avrà bisogno di tempo per poter trovare la giusta intesa, ma sulla quale Asta punta molto.

Il centrocampo- Era fondamentale per il tecnico giallorosso avere a disposizione dei giocatori validi a centrocampo per poter impostare il gioco e fare da filtro tra difesa e attacco. Sicuramente è stato accontentato, con l’arrivo di De Feudis, Pessina, Suciu e Vecsei, che si vanno ad aggiungere a Lepore, Salvi, Papini e, confermato a sorpresa, Carrozza, che ha l’opportunità di cercare di rinconquistare un posto importante nel Lecce.

L’attacco- Il problema più evidente del Lecce dello scorso anno è stata l’assenza di un giocatore efficace sotto porta da affiancare al bomber Moscardelli. Le ultime partite avevano visto Doumbia “risvegliarsi” dal letargo e mettere a segno una serie di reti consecutive, ma non è  servito a salvare la squadra da un altro anno in Lega Pro. Ad arrivare in rosa per risolvere le difficoltà del Lecce è Curiale, sicuro titolare insieme a Moscardelli, accompagnato da Surraco e Diop.

Tutti i giocatori approdati nel nuovo Lecce hanno in comune un passato importante, si tratta di un mercato da squadra di Serie B, caratterizzato da un mix di giovani e meno giovani, tutti pronti a riportare il Lecce allo splendore di un tempo.

I tifosi giallorossi hanno espresso grande soddisfazione rispetto alla rosa che si è venuta a formare, le potenzialità di questo gruppo, sulla carta, sono davvero alte. Per la prima volta, da tre anni a questa parte, si rivede nel Salento un grande entusiasmo, accompagnato però dal giusto pizzico di scetticismo che serve a moderare gli animi in attesa di vedere la propria squadra del cuore combattere sul campo

Tags:

Category: Sport

Lascia un commento