SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA PER IL LECCE: CONTRO IL MELFI GLI ATTACCANTI NON SEGNANO E ALLORA CI PENSA LEPORE. ALTRI TRE PUNTI PER RITORNARE IN ALTO

| 24 ottobre 2015 | 0 Comments

di Laura Ricci____

Allo stadio “Valerio”, il Lecce batte in trasferta il Melfi nell’incontro delle 15.00 grazie al goal risolutivo di Lepore. Match bloccato e senza troppe emozioni che vale tre punti preziosissimi e la seconda vittoria di fila dell’era Braglia.

FORMAZIONI

MELFI: allenatore Palumbo; Santurro, Annoni, Amelio, Giacomarro, Cason, Di Nunzio, Longo, Maimone, Lescano, Herrera, Tortolano.

LECCE: allenatore Braglia; Preucchini, Freddi, Cosenza, Legittimo, Lepore, Gigli, Doumbia, Papini, Curiale, De Feudis, Vecsei.

Arbitro Giovanni Luciano di Lamezia Terme, accompagnato dagli assistenti di gara Salvatore Sangiorgio e Massimiliano Pancaldo.

LA CRONACA

Primo Tempo

Ritmi blandi e lunga fase di studio tra le due squadre nel primo quarto d’ora di gioco, nel quale si registra il primo vero pericolo al 5′ con Maimone, che si ritrova in posizione favorevole a svettare di testa, cercando l’incornata vincente ma spedendo il pallone di poco sul fondo.

Al 19′ buona azione in avanti del Melfi che gestisce il pallone in modo intelligente nella metà campo del Lecce e costruisce una potenziale azione da goal, conlusa però in un nulla di fatto con il tiro alto di Giacomarro.

L’incontro si gioca prevalentemente a centrocampo, senza clamorose occasioni e poche fiammate sia da una parte che dall’altra.

Al 37′ ci prova Vecsei a sorprendere la difesa avversaria sbucando dalle retrovie su un pallone piazzato nell’area piccola della squadra di casa, tentando di trovare il tocco vincente con la punta del piede, ma sfiorando il palo destro del portiere.

I giallorossi tornano a farsi vedere sempre con Vecsei autore di una sponda di testa per Curiale, ben posizionato, ma bloccato dalla retroguardia del Melfi.

Si chiude così la prima frazione di gioco, senza grandi emozioni in un match complicato da sbloccare.

Secondo tempo

Sulla falsa riga del primo tempo, il gioco riprende e la situazione rimane in fase di stallo fino al 63′, quando Doumbia lavora bene il pallone tra la diesa avversaria cedendolo a Lepore, che lascia partire un missile dall’out di destra trafiggendo Santurro, portando in avanti i suoi.

Il Lecce si accende e insieme a lui anche la partita si vivacizza: al 71′ Curiale riceve un pallone perfetto sui piedi ma, lanciato in corsa verso il portiere, spara proprio sull’estremo difensore sciupando l’occasione del raddoppio.

Una scena simile si ripete sei minuti dopo con Doumbia, servito da Vecsei, poco lucido sotto porta al momento del tiro; il pallone termina ampiamente sopra la traversa.

Al minuto ottantotto Herrera cerca l’azione personale fermata sul nascere da Legittimo, autore di una chiusura in scivolata provvidenziale che mette al sicuro il risultato.

L’incontro si chiude con l’ultimo disperato tentativo del Melfi che tenta di agganciare il pareggio allo scadere del tempo con un colpo di testa di Longo, che finisce però lontano dalla porta di Perucchini.

IL GIUDIZIO

Una vittoria fondamentale quella conquistata oggi dal Lecce, per i tre punti e per il modo in cui è stata raggiunta: match insidioso e bloccato dal punto di vista del gioco e delle occasioni da goal. Non era facile riuscire a trovare il colpo risolutivo, anche se a farlo non è stato un attaccante, ma Lepore.

Il problema in avanti persiste vista la scarsa attitudine al goal di Curiale e Doumbia, attivi nel gioco ma poco efficaci sotto porta.

Per Braglia questa è la seconda partita sulla panchina del Lecce, ed è la seconda partita che termina con il risultato di uno a zero suo favore. La squadra ha capito quali sono le difficoltà del gruppo e cerca in ogni singolo interprete di risolvere la partita.

Prima Papini, oggi Lepore: quando gli attaccanti non segnano, ci pensano gli altri. Il problema, per ora, è risolto in questo modo; in futuro però, nulla potrà essere lasciato al caso, perchè ogni lasciata è persa, e il Lecce questo lo sa bene.

DA RICORDARE

Non accadeva da troppo tempo ed è giusto sottolineare la seconda vittoria consecutiva trovata dal Lecce in questa stagione: Braglia torna a casa con il bottino pieno, mettendo a segno due incontri su due e riportando i giallorossi verso l’alto della classifica.

 

 

Category: Sport

Lascia un commento