BUFERA SULLA MARINA MILITARE DI TARANTO, ARRESTATI DUE UFFICIALI CON L’ ACCUSA DI CONCUSSIONE

| 28 ottobre 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Che ad essere arrestati per corruzione siano i politici, è prassi quotidiana. Che il malaffare tocchi le Forza Armate, fa invece ancora clamore. Ma la tempesta che si è abbattuta sulla Marina Militare di Taranto non accenna a placarsi, anzi.

Due ufficiali sono stati arrestati oggi a Roma e ad Ancona dai carabinieri di Taranto, per concorso nel reato di concussione, su ordine del gip del tribunale di Taranto Pompeo Carriere e su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone.

Contemporaneamente sono stati sequestrati loro ed ad altri otto indagati, di cui sei ufficiali, un sottufficiale e un impiegato civile,  in totale circa 500 mila euro.

Secondo l’ accusa, avrebbero manipolato le forniture militari, commettendo illeciti, quando prestavano servizio presso la  Direzione di Commissariato di Taranto della Marina Militare, detta in gergo Maricommi.

Gli arrestati sono il capitano di corvetta Alessandro Dore, in servizio presso il Comando Scuole di Ancona, e il capitano di fregata Giovanni Caso, in servizio presso il ministero della Difesa.

C’ erano stati già altri otto arresti lo scorso gennaio, sempre nell’ ambito di questa inchiesta sugli illeciti, partita nel 2014 e condotta dai Carabinieri, su presunte tangenti sulla concessione a imprenditori privati di servizi esterni ed appalti.

.

Category: Cronaca

Lascia un commento