COPPA ITALIA LEGA PRO / IL LECCE BATTE IL MATERA 2 A 1 E PASSA IL TURNO. SI SBLOCCA DIOP, BEL GOAL DEL GIOVANE MONACO APPENA ENTRATO IN CAMPO

| 28 ottobre 2015 | 0 Comments

di Laura Ricci____

Nella gara valida per il primo turno di Lega Pro, il Lecce ottiene la vittoria per due a uno contro il Matera, grazie alle reti di Diop e Monaco al Via del Mare. Tra campionato e Coppa Italia LP, questo è il terzo successo di fila per mister Braglia che per ora non ha mai steccato.

FORMAZIONI

LECCE: Benassi, Lo Bue, Liviero, Beduschi, Abruzzese, Camisa, Salvi, Suciu, Diop, Pessina, Carrozza.

MATERA: Biscarini, Meola, Scognamillo, D’Angelo, Zaffagnini, Di Lorenzo,Zanchi, Armellino, Kurtisi, Pagliarini, Letizia.

Arbitro Ivan Robilotta di Sala Consilina, accompagnato dagli assistenti di gara Lorenzo Abagnara e Francesco Alessandro.

Primo tempo

La partita ci mette un po’ a entrare nel vivo, con il Lecce che nella prima fase di gioco gestisce il pallone al limite dell’area avversaria senza affondare il colpo; al 21′ il match prende vita grazie alla prima fiammata del Matera, con Letizia che in corsa sorprende la difesa giallorossa, supera Camisa, ma spedisce il pallone alla sinistra di Benassi.

Alla squadra ospite risponde un minuto dopo il Lecce: Carrozza, dopo un’azione personale, tocca nell’area piccola per Diop che si distende come può mancando però il tocco vincente.

Al 27′ si rivedere il Matera con Pagliarini, autore di un tiro troppo centrale per sorprendere il portiere leccese; ancora una volta arriva subito la replica dei salentini a opera di Liviero che colpisce a botta sicura dall’out di sinistra, trovando l’opposizione di Biscarini.

La prima vera e clamorosa azione da goal si registra al 36′, quando Diop riceve il pallone da Carrozza e svetta di testa colpendo in pieno la traversa; la sfera torna sul campo e viene trattenuta al limite della linea bianca di porta dal portiere del Matera che salva i suoi.

Dopo una leggerezza dei difensori leccesi, poco attenti e precisi in occasione di un calcio di punizione che stava per fruttare a Curtisi il tiro vincente, Diop ci riprova e questa volta non sbaglia: al 41′ prende la mira su un cross di Liviero e di testa insacca il pallone alle spalle di Biscarini, chiudendo i conti per la prima frazione di gioco.

Secondo tempo

Al 50′ occasione di raddoppio sprecata da Salvi che spara alto un pallone vacante nell’area del Matera.

Come spesso accade nel calcio, goal sbagliato, goal subito: la squadra ospite ribalta l’azione e al 51′ D’Angelo lascia partire un tiro potente dal limite dell’area leccese, insaccando il pallone alla sinistra di Benassi.

Nel momento migliore del Matera, Braglia muove le prime pedine e inserisce Vecsei al posto di Doumbia e Monaco, frutto del vivaio salentino, per Salvi.

Proprio il giovane innesto al 62′ non esita a sfruttare un suggerimento offensivo e a realizzare un bel goal che vale il nuovo vantaggio per il Lecce.

Gli uomini di Braglia gestiscono il match e controllano i tentativi offensivi degli avversari senza troppi problemi; nella fase finale dell’incontro si solleva uno spiacevole coro dalla Curva Nord rivolto al portiere Max Benassi, a cui gli ultras chiedono di “togliersi la maglia” e di andare via da Lecce. Professionale e distaccata la reazione dell’estremo difensore giallorosso, che continua a presiedere i pali come se nulla fosse accaduto.

Al minuto 84 Beduschi produce l’ultima azione offensiva dell’incontro con un tiro dalla distanza fuori misura.

IL GIUDIZIO

Vincere fa sempre bene, anche in competizioni ritenute “minori”; abituarsi ai risultati positivi è ciò che serve al Lecce, e Braglia pare proprio aver capito come fare.

Il vantaggio dei salentini è stato quello di poter vantare una rosa che non conta delle vere e proprie riserve, ma dei giocatori che possono alternarsi ai titolari senza togliere sicurezza alla squadra.

Torna in campo Abruzzese dopo mesi di assenza, escluso prima da Asta e ora richiamato da Braglia per andare a comporre quella linea a tre di difesa che conta di schierare in maniera costante durante il campionato.

Buona la prova nel complesso contro un Matera ampiamente rimaneggiato, ma capace di segnare un goal ai giocatori del Lecce, poco attenti in fase di pressing difensivo.

Importante il goal di Diop, che finalmente si sblocca, bella la rete di Monaco, che ha dimostrato freddezza e maturità sotto porta a distanza di pochi minuti dal suo ingresso.

 

Category: Sport

Lascia un commento