‘AVVERTIMENTO’, O ‘PUNIZIONE’, ATTENTATO CRIMINALE NELLA NOTTE A NARDO’, COMPLETAMENTE DISTRUTTA L’ AUDI 4 STATION WAGON DI MINO FRASCA

| 17 marzo 2016 | 3 Comments

(g.p.)______Un nuovo, inquietante episodio di violenza a scopo intimidatorio, o punitivo, prassi purtroppo consolidata nel nostro Salento. Questa volta, a essere stata usata è l’ arma dell’ incendio doloso, e a essere stato colpito è un politico, Cosimo Damiano Frasca, detto Mino (nella foto), 44 anni, di Nardò.

La sua auto, una Audi 4 station wagon, parcheggiata sotto casa, è andata completamente distrutta dalle fiamme.

Essendo stata rinvenuta, dagli agenti di polizia del locale commissariato, che hanno già avviato le indagini, nei pressi del luogo dell’ attentato, una bottiglia con resti di alcool e benzina, non ci sono dubbi sulla matrice criminale di quanto avvenuto.

Molti, invece, i dubbi, sulle ragioni che hanno mosso gli incendiari.

Mino Frasca, nonostante la ancor giovane età, è un uomo di lunga “carriera” e di consolidato potere.

E’ stato consigliere comunale a Nardò, consigliere provinciale, uomo di punta nel Salento di ‘Forza Italia’.

Il suo più importante riconoscimento ottenuto, cioè un potente incarico, è comunque quello di presidente della Sgm, la società partecipata della mobilità e del trasporto a Lecce, gestione dei parcheggi compresi.

Come forse non è ancora molto noto, gran parte del potere dei partiti del sistema imperante oggi e da decenni in Italia passa proprio attraverso queste nomine, che i partiti fanno nei confronti di propri esponenti, in un vero e proprio sistema feudale, nelle società pubbliche controllate dagli enti locali.

Poche settimane fa, il Comune di Lecce ha rinnovato a Mino Frasca l’ incarico di presidente del consiglio di amministrazione appunto della Sgm, un incarico retribuito con 37.500 euro l’ anno e che egli detiene da cinque anni, dal 2012 ininterrottamente.

Intanto, mesi fa, era avvenuto il suo passaggio da Forza Italia alla nuova formazione politica di Raffaele Fitto, i Conservatori e Riformisti, Cor.

Molte anche le polemiche politiche politiche che hanno visto protagonista Mino Frasca sia a nardò, sia a Gallipoli, ni mesi scorsi, dopo il suo passaggio alla nuova formazione politica, e soprattuto in vista delle imminenti elezioni amministrative che si terranno in entrambi i due centri jonici, i più importanti del Salento dopo il capoluogo.

Insomma, ‘avvertimento’ o ‘punizione’ che sia, un bel rompicapo capire chi e perché ce l’ ha con lui  tal punto, da andargli nottetempo a bruciargli  la lussuosa  macchina parcheggiata sotto casa.

 

Category: Cronaca

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Paolo Perrone, sindaco Lecce - tramite redazione ha detto:

    E’ un gesto vile che si commenta da solo. All’amico Mino Frasca va tutta la mia solidarietà per un episodio che conferma il delicato momento attraversato dagli amministratori locali e da quanti ricoprono un ruolo di responsabilità all’interno delle istituzioni, diventati cassa di risonanza del malcontento generale che si registra nel Paese.
    Sono certo che le forze dell’ordine sapranno individuare gli autori di questo inquietante episodio assicurando serenità a Frasca e ai suoi familiari.

  2. Flavio Maglio - tramite redazione ha detto:

    Sento di dover esprimere, insieme a tutta la coalizione del centrodestra neretino, vicinanza e solidarietà al Presidente di Sgm, Mino Frasca, per l’incidente occorso durante la notte alla sua autovettura.

    Un gesto deplorevole e da condannare, qualunque sia la natura e la motivazione che abbia spinto ignoti a compiere un atto di tale gravità.

    È inaccettabile che le attività, professionale e politica, di un libero cittadino debbano subire il contraccolpo di simili becere intimidazione come quella cui assistiamo oggi. Nel condannare, con sdegno, il comportamento criminoso subito dal collega Frasca, lo esortiamo a non lasciarsi intimorire ed a continuare a lavorare con coraggio e determinazione.

    Auspichiamo, altresì, che i responsabili del vile atto siano prontamente identificati.

    Inoltre, ci auguriamo che, la nostra comunità, non debba mai più, in futuro, confrontarsi con inaccettabili violazioni ed intimidazioni di questa natura, sostenendo invece i principi di solidarietà, non violenza e rispetto della dignità civile.

  3. Erio Congedo e gruppo Cor Regione Puglia - tramite redazione ha detto:

    Siamo vicini all’amico Mino Frasca, referente dei Conservatori e Riformisti di Nardò, per il vile atto del quale è stato vittima la notte scorsa: ignoti hanno incendiato la sua auto parcheggiata dinnanzi alla propria abitazione.

    Siamo preoccupati per l’escalation di azioni violente che vedono sempre più colpiti coloro che si impegnano sul proprio territorio in attività politico-amministrativa.

    Confidiamo nelle forze dell’ordine perché gli autori vengano al più presto assicurati alla giustizia.

Lascia un commento