LE SCARPE RUBATE IN PROVINCIA DI FERMO, FINIVANO A CUTROFIANO, DA QUI VENIVANO ‘RICICLATE’ IN TUTTA ITALIA: CINQUE PERSONE IN MANETTE PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE E RICETTAZIONE

| 3 maggio 2016 | 0 Comments

(g.m.)______I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Ascoli Piceno, supportati da quelli del Comando Provinciale di Lecce , questa mattina hanno arrestato cinque persone, per associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione.

In particolare, si tratta di calzature di pregio rubate in calzaturifici della provincia di Fermo, e in un’ occasione in provincia di Verona, che finivano a Cutrofiano, per essere ricollocate attraverso una serie collaudata di canali commerciali “puliti”, sia negozi, sia banchetti del mercato, in numerosi comuni sull’ intero territorio nazionale.

Le indagini erano partite nel luglio scorso, col sequestro di ottocento paia di scarpe.

Gli arrestati, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Roberta Licci, accolta dal gip  Carlo Cazzella, del Tribunale di Lecce, sono tutti salentini. Tre sono stati portati in carcere: si tratta (dall’ alto in basso) di Ferdinando Russo, 55 anni; Antonio Fuso, 57 anni; Antonio Martina, 41 anni.

Ai domiciliari invece (dall’ alto in basso) Elena Russo, 38 anni, e Antonella Sanzico, 50 anni.

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad