FINISCE IN CARCERE UN GIOVANE SLAVO. COL FRATELLO GIA’ AI DOMICILIARI, E’ RITENUTO IL RESPONSABILE DELLO SPACCIO DI DROGA AL QUARTIERE SAN PIO. SEQUESTRO RECORD DI OLTRE UNDICI CHILI DI MARIJUANA

| 21 maggio 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Brillante operazione della squadra mobile della questura di Lecce, che ieri sera ha stretto il cerchio delle indagini sullo spaccio al quartiere San Pio, ed ha arrestato Senad Ahmetotovic (nella foto), 23 anni, di nazionalità slava, nato a Bari e residente a Lecce, al campo nomadi Panareo. Il pubblico ministero di turno presso la procura della Repubblica di Lecce Roberta Licci ne ha disposto il trasferimento in carcere.

I poliziotti lo hanno notato più volte all’ opera, nei pressi dell’ abitazione del fratello, già ai domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in una casa del rione San Pio, e, quando hanno fatto irruzione nell’ appartamento, egli ha cercato di disfarsi di grossi pacchi, gettandoli nei terrazzi vicini.

Prontamente recuperati, insieme a quelli che non era riuscito a lanciare dal balcone, dentro c’ erano in tutto più di undici chili e trecento grammi di marijuana (nella foto).

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad