FOGGIA-LECCE / DENTRO, O FUORI, SIAMO ALLA RESA DEI CONTI: I GIALLOROSSI DEVONO RIBALTARE IL RISULTATO, BRAGLIA RIPARTE DAL MODULO PIÙ SICURO

| 28 maggio 2016 | 0 Comments

di Laura Ricci______

È la resa dei conti e non c’è più spazio per errori di qualsiasi genere: Foggia-Lecce sarà la partita decisiva per l’accesso alla finale play-off e i salentini dovranno affrontarla partendo da sfavoriti in quanto reduci dalla sconfitta subita in casa per 2-3.

L’incontro che si disputerà domani alle 20.45 allo stadio “Zaccheria” di Foggia, dopo tanti subbugli, sarà trasmesso in diretta tv su RaiSport 1; la Rai aveva deciso inizialmente di trasmettere il match in differita vista la concomitanza con l’amichevole Italia-Scozia che sarà trasmessa sempre sulle reti Rai.

In seguito, il Prefetto di Foggia ha ordinato la trasmissione del derby pugliese in diretta in quanto “avendo valutato il Questore e il Prefetto la sussistenza di gravi criticità per la gestione dell’ordine pubblico in costanza della predetta partita, connessi all’insufficienza di posti presso l’impianto sportivo comunale rispetto all’ elevatissima richiesta di assistere alla gara da parte dei cittadini del capoluogo e del resto della provincia ed al limitato numero di posti messi a disposizione per i tifosi ospiti del Lecce, a fronte della richiesta dei medesimi di assistere all’incontro”.

La gara di andata- Preparata in maniera piuttosto enigmatica dal tecnico giallorosso, la partita di andata ha avuto un inizio decisamente shoccante per gli undici salentini scesi in campo, sprovvisti della consueta terza punta di riferimento impiegata per tutto il corso del campionato, e con l’innesto inaspettato di Liviero che, invece di rendere più solida la copertura, ha destabilizzato gli equilibri tattici della squadra.

Nonostante le due reti consecutive rifilate da Iemmello a Perucchini, il cuore giallorosso non ha smesso di battere e il Lecce è riuscito a rimettere in piedi, almeno in parte, il risultato con le reti di Lepore e Moscardelli. Il risultato, però, sorride in ogni caso agli avversari foggiani, forti della terza rete firmata da Sarno che li tiene ancora un passo avanti.

Come arriva il Lecce- La formazione titolare dovrebbe tornare a essere quella vista dal 20′ del primo tempo nell’incontro Lecce-Foggia, ovvero con la collaudata difesa a tre composta da Cosenza, Alcibiade e Abruzzese, centrocampo a quattro con Legittimo, Papini, Salvi e Lepore, a sostegno di Moscardelli, Doumbia e Caturano.

Braglia, in silenzio stampa prima della partita, sembra aver compreso l’errore commesso nella gara di andata e proverà in casa rossonera a non concedere quell’ampio e clamoroso margine di vantaggio ai propri avversari.

Come arriva il Foggia- Tra le mura amiche dello stadio “Zaccheria” i ragazzi di De Zerbi avranno dalla loro parte la spinta di un pubblico che si prospetta quello delle grandi occasioni, oltre al risultato dell’andata e alle conseguenze positive morali che questo comporta.

Ripartendo dagli undici schierati al Via del Mare, il Foggia si affiderà alla brillantezza del bomber Iemmello e alla spregiudicatezza offensiva che caratterizza la squadra dall’inizio del campionato.

I satanelli, però, terranno ben a mente la rimonta messa in atto dal Lecce nonostante la falsa partenza che sembrava potesse archiviare definitivamente le sorti dell’incontro.

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad