DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 2 giugno 2016 | 0 Comments

ITALIA______
PALERMO – È di quattordici arresti il bilancio dell’operazione della Polizia di Stato di Palermo che ha sgominato una pericolosa banda di rumeni, specializzata in furti in ville e appartamenti. Oltre agli arresti, la Squadra Mobile ha effettuato decine di perquisizioni domiciliari anche nei confronti di altri indagati e di alcuni ricercatori. “I basisti” erano donne assunte come badanti dalle vittime palermitane.

ITALIA______
ROMA – Sara Di Pietrantonio e Vincenzo Paduano in una foto tratta dal profilo Facebook della ragazza. La studentessa di Roma Tre e quella storia appena finita: la tragica fine di Sara Di Pietrantonio 1 giugno 2016 Il gip di Roma Paola Della Monica ha convalidato il fermo di Vincenzo Paduano, la guardia giurata che ha confessato di aver ucciso l’ex fidanzata Sara Di Pietrantonio nella notte tra sabato e domenica. Contestualmente il magistrato, accogliendo le richieste della procura, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio volontario premeditato e stalking. Sara Di Pietrantonio è stata tramortita, strangolata e poi data alle fiamme. E’ il quadro che sta emergendo dall’esame autoptico, ancora in corso, all’Istituto di medicina legale della Sapienza. Nell’interrogatorio di garanzia Vincenzo Paduano ha ribadito di essere l’autore dell’omicidio di Sara. Secondo quanto si è appreso, nel descrivere le modalità dell’aggressione all’ex fidanzata, la guardia giurata avrebbe fornito elementi confusi e molti “non ricordo”. L’interrogatorio è durato oltre tre ore. Il gip ha escluso la premeditazione, ritenendo che la guardia giurata non avesse studiato a tavolino l’omicidio della sua ex fidanzata, ma abbia agito istintivamente. Vincenzo, a quanto pare, spiava Sara, conosceva i suoi spostamenti, la seguiva e faceva anche in modo che l’ex fidanzata sapesse che lui non la perdeva mai di vista. Secondo i rilievi degli inquirenti la guardia giurata utilizzava probabilmente l’applicazione “Trova il mio Iphone” scaricata sul telefonino della ragazza. Nell’ultima settimana Paduano si era come eclissato, per poi ricomparire sabato sera a casa di Sara e, dopo una lite, mettere in atto l’atroce delitto. Dopo la “rottura”, aveva comunque continuato a inviare messaggi alla studentessa che però non aveva confidato a nessuno il tono vessatorio di quegli sms.

MONDO______
MOGADISCIO (SIRIA) – Una forte esplosione, seguita da diversi colpi di arma da fuoco, si è verificata in una zona di hotel a Mogadiscio, in Somalia. Lo riferiscono i media internazionali. Secondo i media locali potrebbe trattarsi di un’autobomba esplosa contro un albergo per un atto di matrice Isis.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento