DIARIO DI EURO 2016 / ITALIA SEI PRIMA! TORNA IL PERICOLO TERRORISMO, VINCE IL BELGIO CONTRO L’IRLANDA, CR7 SBAGLIA UN RIGORE ED E’ PARI CON L’AUSTRIA, PARI ANCHE TRA ISLANDA E UNGHERIA

| 19 giugno 2016 | 0 Comments

di Francesco Giannetta ______

Ad Euro 2016 torna la paura legata a possibili attacchi terroristici. Nella notte tra venerdì e sabato 12 persone, sospettate di pianificare un attacco durante la partita tra Belgio e Irlanda, sono state arrestate in Belgio. Fonti giudiziarie riferiscono che il blitz è scattato dopo l’ascolto di un’intercettazione telefonica in cui si parlava di “attacco imminente”. Gli obiettivi più a rischio sono i luoghi più affollati, come locali e piazze, dove è possibile seguire le partite di Euro 2016 sui maxi-schermi. In Belgio il livello di allerta resta al livello 3, questo significa che la minaccia è grave e verosimile. Attimi di panico si sono avuti anche in Francia, a Bordeaux, prima dell’incontro delle ore 15 tra Belgio e Irlanda. Le forze dell’ordine hanno trovato un pacco sospetto fuori dalla zona di prefiltraggio antistante lo Stade de Bordeaux ed hanno subito dato l’allarme. Gli spettatori presenti fuori lo stadio hanno subito abbandonato la zona, in preda al panico. Fortunatamente il pericolo è rientrato quando lo zaino sospetto è stato aperto, al suo interno erano presenti “solo” dei fumogeni probabilmente abbandonati da qualche tifoso che ha pensato di non poter superare i controlli di sicurezza. 

Superata la situazione di pericolo il match tra Belgio e Irlanda si è svolto senza ulteriori problemi. Dopo un primo tempo privo di emozioni il Belgio travolge l’Irlanda nella ripresa, tre a zero e prima vittoria del torneo per i diavoli rossi. Ad aprire le marcature è l’attaccante dell’Everton Romelu Lukaku che, servito al limite dell’area da Kevin De Bruyne, trafigge il portiere irlandese al minuto 48. Dopo il vantaggio il Belgio ha controllato il ritmo della partita fino al 61° minuto, quando Meunier ha approfittato di una disattenzione della difesa irlandese per servire con un cross morbido Witsel che, di testa, ha segnato il due a zero. Infine al 70° è ancora Lukaku a segnare dopo una splendida azione in contropiede di Hazard che si invola sulla fascia destra superando avversari e guardalinee per poi servire l’assist al suo compagno.

Grazie a questa vittoria del Belgio l’Italia è matematicamente sicura del primo posto del girone E. Infatti anche una sconfitta contro l’Irlanda garantirebbe agli azzurri il primo posto. L’Italia giocherà il suo ottavo di finale lunedì 27 giugno alle ore 18 contro la seconda del gruppo D, posizione attualmente occupata dalla Croazia. Proprio gli ultrà della squadra croata sono al centro delle polemiche dopo i fatti di ieri. Nuove minacce sono arrivate dalla pagina Facebook “Torcida Split 1950”, gruppo ultrà di Spalato, dove si annuncia l’arrivo di altri sostenitori dalla Croazia. E’ stata anche pubblicata una foto dello stadio di Bordeaux, sede martedì 21 di Croazia – Spagna, dove con delle frecce sono stati indicati i settori da dove verranno lanciati fumogeni e ordigni esplosivi. Ancora una volta l’incolumità degli spettatori è a rischio.

Nuovi disordini si sono verificati prima della partita in programma alle ore 18 tra Islanda e Ungheria. Sostenitori ungheresi hanno scavalcato le barriere dello stadio Velodrome di Marsiglia per raggiungere un altro gruppo di ultrà ungheresi presenti in un altro settore dell’impianto. Gli steward presenti sono intervenuti per riportare la situazione alla normalità ma ben poco hanno potuto fare contro le centinaia di tifosi ungheresi presenti. L’intervento della polizia in assetto antisommossa ha riportato la calma sugli spalti.

Nonostante il “calore” dei suoi tifosi l’Ungheria ha faticato contro la cenerentola Islanda. Contro ogni pronostico gli islandesi si sono portati in vantaggio a cinque minuti dalla fine del primo tempo grazie al calcio di rigore trasformato da Sigurdsson. L’Ungheria ha sempre avuto il controllo della sfera ma ha avuto molti problemi ad abbattere il muro innalzato dai giocatori islandesi. Ancora una volta la partita è stata decisa nei minuti finali, quando uno sfortunato autogol dell’islandese Saevarsson ha fissato il punteggio sul definitivo 1-1. L’Islanda rimanda l’appuntamento con la vittoria e arriva a quota due punti nel girone, l’Ungheria grazie alla precedente vittoria contro l’Austria raggiunge i quattro punti e si avvicina agli ottavi di finale.

Alle 21 il Portogallo di Cristiano Ronaldo ha affrontato l’Austria di Alaba e Fuchs, uno degli artefici del miracolo Leicester. Il primo tempo è divertente con occasioni da gol da ambo le parti e un palo colpito da Nani su colpo di testa. La grande prestazione del portiere austriaco da una parte e le chiusure sempre precise di Ricardo Carvalho dall’altra inchiodano il risultato sullo 0-0. Il Portogallo ha l’occasione per vincere la partita al minuto 80 con un calcio di rigore ma Ronaldo colpisce il palo di sinistra dopo aver spiazzato il portiere e rimanda l’appuntamento con la storia, a CR7 basterebbe un solo gol in questo europeo per essere il primo calciatore ad aver segnato in sette grandi competizioni tra europei e mondiali. All’ 84° protagonista è ancora Cristiano Ronaldo che segna di testa sugli sviluppi di una punizione, ma è in posizione di fuorigioco. Con lo 0-0 di oggi l’ultima giornata del gruppo F sarà decisiva per tutte e quattro le squadre, niente è ancora deciso e tutte hanno la possibilità di qualificarsi per gli ottavi.

Il calendario di domenica prevede solo due partite, entrambe alle ore 21, Svizzera – Francia (in diretta su Rai1) e Romania – Albania.

 

Category: Costume e società, Eventi, Sport

Lascia un commento