DIARIO DI EURO 2016/ TUTTE LE FAVORITE AI QUARTI: SE L’ITALIA BATTE LA SPAGNA, CI SARA’ LA GERMANIA. BENE IL BELGIO, AVANTI ANCHE LA FRANCIA IN RIMONTA

| 27 giugno 2016 | 0 Comments

di Laura Ricci______

In attesa del big-match di questa sera tra Italia e Spagna, le tre favorite della giornata appena conclusasi accedono ai quarti: vince la Francia in rimonta sull’Irlanda, grande Germania che si impone con un tre a zero sulla Slovacchia e Belgio che vince e convincente contro l’Ungheria per quattro a zero.

La Francia padrona di casa rischia il clamoroso tracollo contro la coraggiosa Irlanda che subito passa in vantaggio su rigore, per poi lasciare il passo ai francesi che ribaltano il risultato.

La favorita- Senza alcun dubbio gli uomini di Deschamps partivano con il non trascurabile vantaggio di giocare fra le mura amiche, ma anche il tasso tecnico assoluto dei Bleus non lasciava largo a molte speranze per gli avversari irlandesi, sorprese del torneo, ma dalle potenzialità limitate.

La partita- Come in un incubo, però, Pogba e compagni si ritrovano al 2′ sotto di un goal dopo il rigore assegnato all’Irlanda e realizzato da Brady che mantiene vivo quel sogno di tutto un popolo ritrovatosi negli ottavi di finale di una competizione che si prospettava potesse terminare nelle fase iniziali.

I galletti soffrono e il campo, da “casa”, sembra tramutarsi in un tunnel senza via d’uscita.

La luce, però, la riaccende Griezmann e lo fa nel giro di tre minuti firmando una doppietta personale, al 58′ e al 61′, che ribalta completamente l’incontro e restituisce ai francesi i favori del match. L’eroe del giorno regala ai suoi la vittoria e l’accesso ai quarti di finale; buona la reazione, ma che sbandamento.

Alle 18.00 è invece la Germania a giocarsi l’accesso del turno contro la Slovacchia di Hamsik; i ragazzi del chiacchieratissimo Low, idolo del web per il suo fare “esplicito” durante le partite, dimostrano un ottimo stato di forma e lanciano un chiaro segnale alla prossima avversaria ai quarti, una tra Spagna e Italia.

La favorita- L’armata tedesca si presenta agli avversari senza mai aver subito reti e con la solita forte personalità che la caratterizza; il buon cammino della Slovacchia fino ad ora, però, lascia pensare a un match combattuto.

La partita- La forza della Germania non lascia scampo agli avversari e già al minuto otto Boateng apre le marcature. Al 43′ Mario Gomez incrementa il vantaggio e, dopo aver dominato in lungo e in largo, i tedeschi chiudono definitivamente i conti con Draxler al 63′.

Belgio e Ungheria completano il quadro della giornata alle 21.00 dando vita all’incontro più piacevole fra i tre. Paradossalmente, la vittoria per quattro a zero di un ritrovato Belgio non rispecchia un monologo in campo ma, anzi, è frutto di un match acceso e disputato con onore anche dagli sconfitti.

La favorita- Più che favorita, la squadra più attesa è quella del Belgio, poco brillante nella fase a gironi e sotto inchiesta per il tanto potenziale non espresso fin’ora.

La partita- Potrebbe definirsi “unico” il bilancio di un incontro dominato nel primo tempo dagli uomini di Wilmots, ma con una sola rete firmata da Alderweireld al 10′. Hazard si rende protagonista di una prestazione eccezionale e fornisce palloni su palloni ai suoi che, un po’ per imprecisione, un po’ per bravura dell’amatissimo portiere dell’Ungheria Kiraly, non riescono a concretizzare quando dovrebbero sotto porta.

Il secondo tempo vede infiammarsi il match e gli ungheresi spingono senza paura dando vita a una fase di gioco vivace ed equilibrata. È proprio nel migliore momento degli avversari, però, che il Belgio affonda il colpo al 78′ con Barshuayi, per poi chiudere in bellezza con la rete dello straordinario Hazard e il goal finale di Carrasco.

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento