DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 4 Agosto 2016 | 0 Comments

ITALIA______

Santa Maria Capua Vetere, Caserta______

Rosaria Lentini, 59 anni, senza fissa dimora, è stata uccisa dal suo compagno, Nicola Piscitelli, 55 anni, nel sacco a pelo in cui dormiva, in localita’ Cava Tifatina, vicino San Prisco, nel Casertano. L’uomo, costituitosi all’alba, ha raccontato ai carabinieri di aver accoltellato la donna: aveva ancora con sé il coltello sporco di sangue.

Lucca______

E’ morta Vania Vannucchi, 46 anni, operatore sociosanitario, ricoverata ieri al centro ustionati dell’ospedale Cisanello di Pisa, dopo essere stata cosparsa di liquido infiammabile e incendiata viva, durante un’aggressione subita all’interno dell’ex ospedale di Campo di Marte a Lucca, la città in cui abitava.

Arrestato dalla polizia il presunto aggressore, un ex collega, Pasquale Russo, dipendente di una cooperativa che lavora in ambito sociosanitario e che con lei aveva avuto una relazione, alla cui fine non si era rassegnato. Quarantasei anni, sposato e con tre figli, l’uomo fino a ieri sera era accusato di tentato omicidio aggravato. E’ stata proprio lei, mentre aveva già gli abiti in fiamme, cosparsi di benzina a fare il nome dell’uomo: “E’ stato Pasquale, è stato Pasquale“, aveva ripetuto ai soccorritori.

Roma______ 

Le basi militari e lo spazio aereo italiani sono disponibili per gli Usa, per i raid contro l’Isis in Libia. Lo ha annunciato alla Camera dei Deputati il ministro della Difesa, Roberta Pinotti.

“Le parole della ministra Pinotti sono state chiare: l’Italia è pronta a concedere le basi e lo spazio aereo per i bombardamenti americani in Libia. Sinistra Italiana chiede al governo un passaggio parlamentare e un voto formale del Parlamento” – ha commentato, fra gli altri, il capogruppo di Sinistra Italiana alla Camera, Arturo Scotto – “Il Parlamento è aperto e non può essere scavalcato dalle decisioni del governo. Per combattere e sradicare L’Isis occorre una strategia che non può essere esclusivamente militare perché occorre mettere di fronte alle proprie responsabilità tutti i Paesi che insistono su quell’area e che giocano su più tavoli. I bombardamenti rischiano solo di destabilizzare ulteriormente la Libia e mettere in pericolo i civili”.

MONDO______

Hebron______

Quel video, che sta facendo il giro del web, costerà a Israele più di una battaglia perduta.

Anwar è una bimba palestinese di soli otto anni che vive a Hebron. Stava giocando insieme ai fratelli in strada, quando un militare israeliano l’ha bloccata e le ha levato dalle mani la bici.

La sua ‘colpa’ è stata quella di stare su un percorso riservato agli israeliani, la al-Ibrahimi Sreet: una via principale della città che passa vicino alla Tomba dei Patriarchi e che dal 2012 le forze di sicurezza israeliane hanno chiuso ai palestinesi.

La scena era stata però ripresa dagli attivisti di un’ associazione e il video è stato pubblicato su YouTube. Per la piccola pianti e tanto spavento. La bicicletta è stata scaraventata via dal militare fra i cespugli della vicina campagna.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento