TROVATA TANTA DROGA PRIMA NELLA SUA AUTO, POI ALTRA DI VARIO TIPO A CASA SUA, FINISCE IN CARCERE UN GIOVANE DI CASTRIGNANO DEL CAPO

| 11 Agosto 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Questa notte i carabinieri della Stazione di Presicce hanno arrestato in flagranza di reato Massimiliano Petracca (nella foto), 38 anni, di Castrignano del Capo, pregiudicato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente. Fermato ad un posto di blocco stradale per un normale controllo lungo la strada provinciale Taurisano – Acquarica dal Capo, il giovane ha manifestato nervosismo, il che ha indotto i militari ad approfondire i controlli.

Ad una prima ispezione del veicolo, è spuntato un coltello da sub con la lama annerita ed intrisa di stupefacente. In seguito, in caserma un’ ulteriore perquisizione ha permesso di trovare sotto il pianale del sedile posteriore dell’auto una busta di carta contenente dieci panetti di hashish, legati da nastro adesivo, del peso di un chilogrammo, oltre a due involucri in cellophane sottovuoto, con circa sessanta grammi di marijuana.

Nel cruscotto dell’autovettura, poi, c’ erano 4175,00 euro, avvolti in un fazzoletto di carta, considerati provento dell’illecita attività di spaccio.

Si procedeva anche alla perquisizione del domicilio, in Castrignano del Capo, dove lo stesso Petracca consegnava due panetti di hashish del peso di cento grammi ed un bilancino elettronico. Nel corso delle ricerche, che comunque proseguivano, venivano scoperti, in un comodino, vari involucri in cellophane con numerose dosi di stupefacente, verosimilmente cocaina, hashish e marijuana: cento grammi di cocaina, confezionata in dosi; venti grammi di hashish; quattro grammi di marijuana.

Nel cassetto del comò della stanza da letto veniva inoltre trovato un involucro in cellophane con oltre duecento grammi di marijuana, mentre sul mobile, poco distante, vi era una confezione di borotalco ed un confezione di bicarbonato, sostanze verosimilmente utilizzate per il taglio dello stupefacente, oltre ad un coltello di grosse dimensioni ed una lama di coltello, con la punta annerita ed intrisa di sostanze stupefacenti, un altro bilancino elettronico ed altro materiale atto al confezionamento della droga.

Il pubblico ministero presso la procura della Repubblica di Lecce Maria Vallefuoco ha disposto per lui l’ accompagnamento nel carcere di Borgo San Nicola.

Category: Cronaca

Lascia un commento