DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 21 Agosto 2016 | 0 Comments

ITALIA______
CAGLIARI – I Carabinieri hanno arrestato due presunti scafisti algerini: in manette sono finiti Sabri Zarwal, di 22 anni, e Nadjmeddin Bourokba, di ventisette. Sono stati visti al timone dei due barchini con a bordo diciassettr migranti arrivati ieri sulla spiaggia di Porto Pino, a Sant’Anna Arresi nella provincia del sud Sardegna. Sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Ad inchiodarli è stata la testimonianza di un militare dell’esercito, libero dal servizio, che ieri pomeriggio li ha visti governare i barchini che si avvicinavano alla spiaggia, segnalando l’episodio al 112.

ITALIA______
NAPOLI – Un latitante considerato esponente di clan della camorra e’ stato arrestato in Spagna dai carabinieri; Salvatore Mariano, 40enne napoletano, si nascondeva a Benidorm, nota localita’ turistica. Era sfuggito alla cattura il 2 marzo scorso durante l’operazione ‘Cartagena’, condotta dai carabinieri del Comando provinciale e del Ros di Napoli. I militari della della sezione catturandi, insieme con la polizia spagnola, hanno scovato Mariano in un lussuoso resort situato sulla spiaggia di Benidorm. Il latitante aveva previsto una lunga vacanza nel complesso turistico dove si era registrato con i suoi familiari usando documenti falsi. Mariano e’ ritenuto responsabile di traffico di sostanze stupefacenti con aggravante del metodo mafioso. Sono state avviate le procedure per l’estradizione.

MONDO______
NIZZA – In Francia anche Nizza ha vietato il burkini, il costume da bagno islamico da donna che copre tutto il corpo. Dopo Cannes, che ha interdetto il burkini il 28 luglio scorso, diversi altri comuni della Costa Azzurra, ma anche del Nord della Francia, hanno emesso ordinanze contro il costume usato dalle donne musulmane. Il divieto adottato a Nizza viene legato all’attacco del 14 luglio scorso messo a segno proprio nella località costiera francese, costato la vita a ottantasei persone, ma anche all’omicidio del prete cattolico nei pressi di Rouen, del 26 luglio, sottolineando che la municipalità ha deciso di vietare un abbigliamento che “manifesta in modo chiaro l’aderenza a una religione in un momento in cui la Francia e i luoghi di culto sono obiettivi di attacchi terroristici”. In una lettera inviata martedì scorso al premier Manuel Walls, il vicesindaco di Nizza, Christian Estrosi, ha scritto che “nascondere il volto o indossare un costume che copre tutto il corpo per andare in spiaggia non corrisponde al nostro ideale di rapporti sociali”. Il premier francese Manuel Valls ha preso posizione sulla questione del burkini definendolo “incompatibile” con i valori della Francia.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento